Nuove Ispirazioni e Contaminazioni

Il protagonista di questo mio ultimo fine settimana è stato sicuramente il Festival delle Passioni.

Incontri "Fusion" fra cucina e musica che hanno sollecitato le corde della mia creatività ed hanno ampliato i miei orizzonti. E mi hanno ispirato come non accadeva da tempo. D'altronde come si può non venire coinvolti e segnati dalla pulizia ed integrità di Crippa (con la sua insalata, che era veramente fusion), dall'esuberante rivisitazione di Bottura, dall'essenziale creatività di Alajmo e dalla calda mediterraneità di Uliassi (con il suo pesce crudo, tutto italiano). Ma la cucina era solo uno dei 2 protagonisti degli incontri, l'altro era la musica. E non era di certo da meno. Note, profumi e sapori intrecciati come i fili di un tappeto per far viaggiare con il pensiero.

Ed infine la visita e premiazione del Maestro Gualtiero Marchesi. Ricordo quando ero bambina e sfogliavo il suo libro "La cucina del Nord Italia", ed ero affascinata da quei piatti, così lontani da quello che per me era la cucina di casa. E probabilmente devo proprio a quel libro l'amore, la passione e la curiosità che nutro ora nei confronti della gastronomia. A volte sono i particolari, piccoli momenti o brevi incontri a segnare maggiormente la nostra vita.


Ma ora veniamo alla ricetta :




Parmigiano Cocktail con spaghettoni all'olio e tartufo (Antipasto)

Ingredienti per 4 persone : 200 gr. panna - 200 gr. latte intero - 8 cucchiai Parmigiano Reggiano (magari Vacche Rosse) grattugiato - 24 bacche di pepe di Szechuan - 1 foglio di colla di pesce - 100 gr. spaghettoni (preferibilmente con del Senatore Cappelli, ma basta che siano di qualità) - carpaccio di tartufo nero - sale - pepe - timo fresco - olio e.v.o.

Procedimento

Ammollate la colla di pesce in acqua fredda per almeno 5 minuti. Portate dolcemente a bollore il latte con la panna e le bacche di pepe. Raggiunto il bollore, togliete dal fuoco e filtrate al colino per eliminare le bacche. Unite il Parmigiano e fatelo sciogliere (io, per velocizzare l'operazione e non cuocere il Parmigiano con altro fuoco forte, ho frullato con un mixer). Poi rimettete sul fuoco e scaldate. Regolate di sale. Togliete dal fuoco e unite la colla di pesce ben sgocciolata. Fatela sciogliere in modo da avere un composto omogeneo. Versate la crema ottenuta in 4 biccheri da Martini. Fate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigorifero per almeno mezza giornata.

Al momento di servire, cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela e conditela con l'olio e qualche fogliolina di timo. Arrotolate gli spaghetti usando una forchetta ed un cucchiaio e disponete un "turbante" di spaghetti in ogni bicchiere. Disponetevi sopra qualche scaglia di tartufo e servite. Ovviamente con una bollicina !!

Consigli : gli spaghetti, con il loro calore, ammorbidiscono la gelatina di Parmigiano, che quindi diventa una salsa per condirli. E' un modo originale per mangiare degli spaghetti freddi con il Parmigiano.

Se volete, invece di usare metà panna e metà latte, potete usare solo latte, preferibilmente fresco da distributore).

Commenti

  1. fantastica ricetta, sei stata bravissima a cogliere il meglio del festival delle passioni...per tirar fuori questa magnifica ricetta che intendo assolutamente provare!!!

    Grazie per la tua visita é sempre un grande piacere fare scambi...ci si contaggia e si cresce!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  2. Hai assolutamente ragione. Grazie a te !!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari