Grissini .. non grissini ... caldi di patate


La sbadataggine si fa sentire, e proprio oggi mi sono entusiasmata alla scoperta del World Bread Day 2009 , che è arrivato già alla quarta edizione, ma ne sono venuta a conoscenza solo oggi.
Oddio .. è vero che se posso annoverare delle doti, non sono propriamente quelle di panificatrice, e l'arte bianca ha ancora molti segreti per me. Ma trovo questa idea molto carina.
Quindi me lo segno in agenda, così l'anno prossimo sarò preparata (ed avrò tempo di fare le prove necessarie). In compenso ho preparato questi "grissini" che non sono propriamente dei grissini e l'aspetto inganna. La consistenza è completamente diversa e sanno tantissimo di patate. Deliziosi avvolti con una fetta di crudo, o accompagnati (come è capitato di fare a me) con della finocchiona e del filetto di cinghiale (che personalmente adoro).
La ricetta l'ho estrapolata da Sale & Pepe, anche se l'ho completamente stravolta (soprattutto nelle dosi). Per onestà (e per darvi la possibilità di fare l'originale) le riporto entrambe.

La mia versione si differenzia dall'originale nei rapporti fra patate, farina e burro. Io ho voluto usare meno farina, in modo da far sentire di più il sapore della patate ed avere una consistenza un pò più morbida. E poi ho provato ad usarli anche riscaldati, ed erano buoni comunque.

Ingredienti per 2 persone : 1 patata a pasta gialla, 50 gr. farina bianca, 25 gr. burro a temperatura ambiente - noce moscata grattugiata 1 cucchiaio parmigiano grattugiato - sale - sale nero, semi di papavero per rifinire - 1 tuorlo mescolato a due cucchiai di panna per dorare
Procedimento
Lessate la patata con la buccia in abbondante acqua leggermente salata, partendo da acqua fredda.
Scolate la patata, sbucciatela quando è ancora tiepida e pesatene 75 gr.
Grattugiatela con una grattugia a fori grossi. Mescolate il composto al burro morbido e alla farina. Insaporite con un pizzico di noce moscata grattugiata, un pizzico di sale e il parmigiano. Ricavate dei rotolini. Disponeteli su un foglio di carta forno disposto su una teglia. Spennellateli con il tuorlo amalgamato a due cucchiai di panna. Decorateli con il sale nero o con i semi di papavero. Cuocete in forno caldo a 200° per 10-12 minuti.

La versione di Sale & Pepe invece voleva un rapporto paritario di patate, burro e farina (ad. esempio : 100 gr. di patate, 100 gr. farina bianca e 100 gr. burro)
Si procede come nel caso precendete: si lessano le patate e poi si grattugiano con una grattugia a fori grossi. Poi si mescolano al burro e alla farina, con un pizzico di sale. Si ricavano quindi dei tronchetti e si mettono su una teglia coperta con carta forno. Si spennellano con la miscela di tuorlo e panna. E si cospargono di sale grosso, o semi di papavero, o di cumino. E poi in forno caldo a 200° per 10-12 minuti.

Commenti

  1. Belli questi grissini di patate, già il pane con questo tubero mi piace tanto, chissà che buoni i grissini, spariranno in un attimo. copio e incollo la ricetta, ormai è un'abitudine dal tuo blog :-))

    RispondiElimina
  2. ma che belli!! li segno di sicuro da provare!!
    ciao!

    RispondiElimina
  3. Sono stupendi e soprattutto devo provare la ricetta. Mi piace tantissimo la patata negli impasti dà umidità e morbidezza. Hai avuto un'ottima idea :-) Baci

    RispondiElimina
  4. ci sono cose che solo a guardarle mettono fame....ecco.....questo è l'effetto che mi fanno questi grissini!!!

    RispondiElimina
  5. Milla : anche le patate non mancano mai in casa mia .. ci sarà un percè .. ci su può fare di tutto !!! Anche tu sei una bella fonte di ispirazione e idee !!

    Federica : grazie. ciao

    Dada : c'è forse una preparazione in cui la patata da forfait ??? Credo di no ...

    Marsettina : grazie !!

    Dauly : allora sono responsabile del tuo attacco di fame ... me ne scuso !!!

    RispondiElimina
  6. Bell'idea!! Anche io ho scoperto troppo tardi questa bella iniziativa, me la segnerò anche io sull'agenda!! :-D

    RispondiElimina
  7. Che belli...proverò la tua versione che m'intriga di più.
    Anch'io non ho potuto partecipare alla bella iniziativa del world bread day...quest'anno ho diversi problemi che mi lasciano poco tempo a disposizione ma l'anno prossimo ci sarò di sicuro anch'io. Bacio, paola

    RispondiElimina
  8. Elel : ma si .. sarà per l'anno prossimo !!

    Paola : Ma ci saremo l'anno prossimo : faremo faville anche noi con un nostro pane (ma tu non farai di certo fatica !!).

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari