Crema di patate, cipolle e foie gras con sfoglia al tartufo

Ecco un piatto forse un pò d'antan .. o almeno a me ricorda atomosfere passate, ricchezza ed opulenza ... diciamo una versione un pò più barocca della cucina, che ad oggi tende più a togliere e ad alleggerire.
E a me piace molto il minimalismo ... ma quando si parla di foie gras .. di tartufo .. non posso fare a meno di osare.
E con questa minestra un pò oso : innanzitutto perchè ad oggi, forse, il foie gras è un pò "politically incorrect".
Ed in effetti anche io cerco di evitare di pensare alle tecniche di produzione .. ma lo ammetto : mi piace, ed è una mia debolezza....
E poi questo piatto mi fa pensare a quei Grand Hotel francesi, dove i camerieri venivano al tavolo con il piatto della vivanda coperto da una campana argentata; così anche la mia casa si traforma e mi ritrovo in un grande salone illuminato da lunghe candele bianche. Ed un pianista che suona ...


Ingredienti per 2 persone
: 300 gr. patate a pasta gialla - 30 gr. cipolla bionda - 20 gr. sedano - 300 gr. brodo di carne leggero - 2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato - 2 cucchiai olio e.v.o. - sale - pepe nero - 30 gr. foie gras - pasta sfoglia - olio al tartufo

Procedimento
Tritate molto finemente la cipolla ed affettate sottilmente il sedano. Rosolate molto dolcemente per 3 minuti il sedano con due cucchiai di olio; quindi unite la cipolla e fatela appassire per altri 3 minuti. Aggiungete le patate (anch'esse affettate molto sottilmente, con una mandolina) e brasatele per altri 2 minuti a tegame coperto. Salate un poco. Bagnate con brodo caldo e altri 200 gr. di acqua anch'essa bollente. Coprite e cuocete per altri 10 minuti. Quando le patate saranno belle morbide, togliete dal fuoco e passate la zuppetta al setaccio (così le patate non diventano collose). Aggiungetevi il parmigiano e regolate di sale e pepe. Unite anche il foie gras, passato al setaccio. Mescolate per amalgamare bene.
Al momento di preparare, versate la crema in ciotole individuali, che possano andare in forno. Sigillate con un cerchio di sfoglia, ritagliato un pò più grande della circonferenza delle ciotole (che attaccherete lungo i bordi esterni inumiditi di acqua fredda con un pennellino), spennellate la sfoglia di olio al tartufo. Cuocete in forno caldo a 190° per 15-20 minuti, in modo da far dorare la pasta. Servite immediatamente.

Commenti

  1. Che meraviglia di foto, troppo carina come presentazione e come ricetta!
    Non mangio il foie gras, ma troverò sicuramente qualcosa con cui sostituirlo, tu hai qualche consiglio?

    RispondiElimina
  2. Milla : forse dei fegatini di pollo. Ma è buona che semplicemente di patate e cipolla, magari metti più formaggio (insomma .. una bella Parmantier non si nega a nessuno).

    RispondiElimina
  3. bellissima questa ricetta tanti complimenti...ciao

    RispondiElimina
  4. Complimenti, raffinatissima!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao! ecco..raffinato ed elegante questo appetize! ma orami sei una maestra in questo!
    bacionu

    RispondiElimina
  6. Sei davvero molto brava, ma come fai? Io se provo a fare qualcosa del genre mi viene una mezza schifezza!!! Complimentoni sul serio!

    RispondiElimina
  7. Straordinario! Questa ricetta è sorprendente, davvero! Purtroppo, ho scoperto da poco che non amo il foie gras in purezza, ma immagino che aromatizzato a dovere con il tartufo risulti una delizia. E poi queste cocottes hanno un aspetto così sontuoso!

    RispondiElimina
  8. Sono le 9,15 e, col sapore di cappuccino e brioche ancora in bocca, ho gia' una salivazione imponente. Dev'essere una vera golosita'. Bollente, profumata: una goduria.
    Ma dove le prendi certe idee?

    Curiosita': se ho capito bene hai spennellato con olio di tartufo la parte di sopra della sfoglia. Che ne pensi, per aggiungere sapore alla crema, di una spennellata anche sul lato di sotto?

    RispondiElimina
  9. Io impazzisco per il foi gras (ahimè) ed amo molto l'idea della "zuppa col turbante di sfoglia".
    Mi piace moltissimo questa ricetta.

    RispondiElimina
  10. meraviglioso e che bonta che deve essere!!!lo proverò, bacioni imma

    RispondiElimina
  11. Complimenti; arrivato qui per caso, google-ando.
    Molto carino il tuo blog. Ti visiterò più spesso.
    Spero ti piaccia anche il mio blog.
    Fabrizio

    RispondiElimina
  12. Masterchef : grazie mille.

    Manu :'na chikkeria ....

    Manu e Silvia : mi applico ....

    Elel : non ci credo .. e poi i pasticci che combino .. me li tengo per me ....

    Onde99 : hai ragione, trasmettono proprio una sensazione di sontuosità ... Inizilamente anche a me il foie gras non voleva proprio andare giù .. poi ci ho fatto il palato !! Diciamo che mi sono dovuta abituare alla sua consistenza e al suo sapore .. poi l'amore è scoccato !!!

    Corrado : guarda ... messo sopra in effetti scivola un poco via. Si può mettere anche un pò sotto, stando però attenti a non bagnare troppo la pasta (che già comunque si bagna con i vapori della minesttra, quindi un pò di olio non credo dia fastidio).

    Sarah : e siamo in due ... grazie mille !!!

    Imma : grazie mille !!!

    Fabrizio : grazie mille per essere passato. Corro subito a visitarti !!!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari