Polpo in terracotta con patate al cartoccio .. un brasato di mare ...

Avete proprio del tempo da perdere ?? Mezza giornata in cui non sapete cosa fare e vi annoiate tantissimo ?? A chi non capita di avere tanto tempo libero da non sapere cosa fare ??
Di certo non a me .. e credo neanche a voi .. ma quando prendono certe voglie, ci si organizza.
E così, proprio nell'ultima giornata di relax mi sono lanciata in questa lunga preparazione, che ha profumato tutte le stanze e mi ha fatto sentire tanto donna di casa .

... altro che Vita da strega .. ogni tanto certi poteri mi farebbero proprio comodo ...

Ingredienti : 1 polpo da 1 kg. - 3 patate a pasta gialla da circa 150 gr. l'una - 200 gr. passata di pomodoro - 1 spicchio aglio - 2 bacche di ginepro - sale - peperoncino - 1 foglia di alloro - timo, salvia e prezzemolo tritati - olio e.v.o.

Procedimento
In un tegame di coccio, mettete il polpo intero e pulito con lo spicchio d'aglio in camicia, due cucchiai di olio, la passata, due peperoncini rossi spezzettati, due bacche di ginepro e la foglia di alloro. Coprite con coperchio e portate a bollore molto dolcemente (il polpo ha bisogno di una cottura lunga e molto lenta per risultare morbido). Fate cuocere a fuoco basso per due ore almeno e inizialmente non salate (perchè l'acqua del polpo è già sapida). Il liquido emesso dal polpo deve fremere e non sobbollire violentemente.
Dopo un'oretta, cuocete al cartoccio le patate : lavatele e non asciugatele. Avvolgetele umide nella carta stagnola e cuocete in forno caldo a 190° per 40 minuti circa. Al termine, toglietele dal forno e scartocciatele. Privatele della buccia e tagliatele a fette abbastanza grosse; unitele al polpo. Fatele cuocere ulteriormente per 15-20 minuti circa (o fino a cottura). Cuocendo le patate al cartoccio, risulteranno più sode e concentrate, per questo mi piacciono (così non si spappolano in cottura e riusciamo a controllare meglio la loro consistenza). Ma hanno bisogno di cuocere un pò con il polpo per insaporirsi e prendere anche il sale.
Al termine eliminate l'alloro, le bacche (se le trovate) e l'aglio, regolate di sale e peperocino ed insaporite con le altre erbe aromariche tritate.
Un filo d'olio e fate riposare per 5 minuti prima di servire.
La preparazione, anche riscaldata il giorno successivo, è ancora più buona !!

Commenti

  1. e a chi lo dici?? un po' di magia qui e un po' di magia lì farebbe comodo :D
    ammazza e che preparazione... ottima davvero direi!
    complimenti! ma se tu quando hai mezza giornata combini 'sto po po immagino se ne hai una intera che combini :D

    RispondiElimina
  2. È molto simile allo spagnolo "pulpo a la gallega", buonissimo!!

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto l’idea della precottura delle patate al cartoccio, per evitare che si sfaldino in cottura.
    Il tortino dell’altro post è un incanto: approvo le mousses, la frolla e le scaglie di cioccolato infra e super :))

    RispondiElimina
  4. proposta, vieni a cucinare anche da me? in famiglia sono l'unica che adora il polipo in ogni sua versione!

    RispondiElimina
  5. spettacolare questo polpo... il mare d'inverno :-D lo rifaccio di sicuro, amo le cotture lunghe al coccio!
    ti rispondo qui per il burro fatto in casa!
    allora, la panna deve essere assolutamente fredda, e DEVE montare! allora fai così, è semplicissimo
    prendi una panna buona, anzi ottima, appena tirata fuori dal frigo, e mettila in una ciotola a bordi alti. metti la ciotola nel lavandino: a fine operazione capirai il perché (schizzi ovunque!)
    accendi le fruste elettriche e comincia a montare.
    quando la panna è montata fregatene completamente :D e contiiiinua continua. a un certo punto si smonterà. beh tu continua ancora. praticamente devi montare per circa 20-22 minuti: alla fine vedrai che si formeranno e si separeranno sempre di più un liquido biancastro e un composto morbido e sbricioloso: quello è il burro! io l'ho fatto tante volte e ho visto che quando son passati 22 minuti è ora di spegnere le fruste: a questo punto, con le mani pulitissime, prendi la massa briciolosa e stringila, e strizzala forte raccogliendo tutti i pezzetti. forma una palla e sciacquala rapidamente sotto il rubinetto. fatto! :D il siero che resta non è latticello perché non è fermentato, ma gli somiglia molto... io lo uso per fare i dolci al posto del latte :-) scusa la lungaggine, spero di essere stata chiara nella spiegazione :D buona burrificazione mia cara!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia! Adoro il polpo e non lo mangio mai, perchè le figlie lo detestano! Così finisce che non lo cucino mai! Ma il tuo che bontà! E che profumo!! Copio la ricetta, non si sa mai! Grazie
    Patrizia

    RispondiElimina
  7. Che piatto bellissimo e buonissimo!!!

    RispondiElimina
  8. No! Non dopo che ho scritto che odio cucinare! Ma se lo vede mio marito, questo tuo post, mi costringe... e poi lui non riordina, come il tuo!
    baci
    P.s. anzi la prossima volta che lo rifai e ti senti tanto casalinga ci inviti (anche il giorno dopo, che riposato è più buono!)

    RispondiElimina
  9. Betty : i casi sono due : o cucino ... o dormo !!

    Elel : vado subito a vedere, perchè non conosco questa preparazione. Ma ho scoperto che ci sono delle ricette simili anche per delle preparazioni di cozze !! Mi devo documentare !!

    Lenny : grazie mille, cara !!! Lo sai che anche io le adoro .. come la tua di cachi .. che favola ...

    Babs : sul serio ?? Date le grandezze del polpo immagino quindi che tu non lo mangi spesso ... per me sarebbe terribile, perchè anche io lo adoro. E per fortuna mio marito è di bocca buona !!!

    Salsadisapa : ti ringrazio infinitamente, sei stata davvero gentilissima !!

    Patrizia : per esperienza personale so che i gusti nella vita cambiano, quindi giustamente non disperare. Io ho iniziato a mangiare formaggi a 22 anni .. come moltre altre cose !! Mai dire mai !!!

    Alem : grazie tantissime !!

    Fantasie : allora diciamo a tuo marito che non è così buono, come piatto !!! - Allora vada per il giordo dopo !!

    RispondiElimina
  10. mamma mia se ce l'avessi qui:D

    RispondiElimina
  11. Genny G. : che bello quando il fresco ci consente di fare queste preparazioni !!! Grazie

    RispondiElimina
  12. Se cerchi un prodotto eccezionale... devi andare in un posto eccezionale. Scopri il vino primitivo.
    Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NTgyNjA3NCwwMTAwMDAwOSxrcmFzaS1yb3Nzby1pLWctdC1zYWxlbnRvLmh0bWwsMjAxNjA3MTEsb2s=

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari