Cucchiai di calamari alla salsa di soia


Ogni volta che preparo un bel fritto misto, che poi così misto non è - visto che in casa viene fatto solo con calamari e gamberi - , sono sempre presa dal dilemma di cosa cucinare con i loro tentacoli e le alette, dato che di certo non ci sfamerei un reggimento.
Oggi ho scelto una soluzione che richiama gusti, anche in questo caso, non propriamente nazionali, anche se la salsa di soia ormai è entrata talmente di prepotenza nella mia cucina, che faccio davvero fatica a non averla in casa.
E visto che avevo anche della ricotta (toh .. che strana coincidenza) e dell'erba cipollina freschissima, come potevo tirarmi indietro ??

Scusate l'imprecisione degli ingredienti (non si può definire una ricetta scientifica), ma è venuta abbastanza "all'impronta" - e quando cucino così, diciamo un pò a naso, le quantità vanno davvero a farsi benedire.
Ma era talmente buona, che non potevo non farle onore con una bella foto ed un bel commento !!

Ingredienti per 2 persone : ciuffi e alette di 2 calamari - salsa di soia - zucchero - alga kombu (che avevo ammollato per una notte in acqua per preparare del dashi) - ricotta mista (o quella che avete in casa) - zenzero in polvere - pepe nero - erba cipollina

Procedimento
Lessate in acqua bollente non salata (con bollore lieve) i calamari, per circa una mezz'ora.
Quindi scolateli e tagliateli a pezzi.
Fateli saltare in una padella antiaderente con la salsa di soia, un pizzico di zucchero e l'alga tagliata a filetti (che serve solo a dare l'aroma). Quando la salsa inizia un pò a caramellare, togliete dal fuoco e fate riposare in una ciotola sino al momento del consumo.
Setacciate la ricotta ed insaporitela con zenzero in polvere e pepe nero macinato al momento (se fosse poco saporita, potete salarla un poco, ma tenete conto che i calamari sono già abbastanza sapidi).
Fate delle quenelle di ricotta con due cucchiaini. Disponeteli su dei cucchiai da servizio. Disponetevi sopra un pò di calamari (eliminate l'alga) e rifinite con dell'erba cipollina sforbiciata al momento.

Commenti

  1. Anche nel mio frigo la ricotta non manca mai!!! Complimenti, risulterò ripetitiva, ma le tue ricette sono sempre originali, ben presentate, insomma... bravissima! Buona serata , saluti Manu.

    RispondiElimina
  2. Buonissima questa ricetta!!!Anche la foto mi piace tantissima.. molto invitante!

    RispondiElimina
  3. Il fritto misto a noi piace proprio misto misto, quindi dei calamari friggiamo tutto :D però per una volta potrei tenere da parte qualche ciuffetto e sacrificarlo alla giusta causa di questa deliziosa ricettina (toh, la ricotta non manca mai anche da me :D)! buonabuona

    RispondiElimina
  4. Per arrivare da te mi riservo sempre il tempo necessario per leggere con attenzione e "metabolizzare" le tue idee ...
    Accostamenti originali e intriganti in questi cucchiai (ne ho scoperto da poco il fascino) che abbracciano più culture :))

    RispondiElimina
  5. Manu : grazie cara, le tue parole mi fanno sempre un grande piacere.

    Cristina : grazie tantissime.

    Breadandbreakfast : è un bel sacrificio in effetti .. ma si può fare. Altrimenti la ricotta che ci fa nel frigorifero ???

    Milena : altro che fascino .. oramai sono diventata un pò cucchiaio-dipendente !!! Ma mi piacciono troppo - poi diciamocelo chiaramente : dove avrei potuto mettere questo appetizer ?? Sei sempre molto carina !!! Grazie.

    RispondiElimina
  6. fantastica presentazione è un peccato anche mangiarle per quanto sono belle ma poi pero' come si fa a non provare delle simili bontà complimenti davvero brava!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari