Risotto al San Marzano DoP - oggi ha vinto la semplicità

Ogni tanto nella vita c'è bisogno di semplicità.
Sono tante le cose da fare e a volte l'essere umano è davvero in grado di rendere difficile anche quello che non lo è.
E la semplicità diventa l'unica soluzione.
E' così piacevole dedicarsi ad un piatto "tranquillizzante", senza chiedermi quale sapore avrà mai.
Senza domandarmi se l'accostamento di sapori avrà un senso logico o se si poteva fare di più.
E' un semplice risotto al pomodoro, fatto però con cura e attenzione, coccolandolo perchè è semplice e non c'è bisogno di distrarsi pensando a chissà quali stranezze o difficoltà (che spesso mi attraggono irrimediabilmente).
Oggi c'era grande voglia e bisogno di normalità.
Di ritornare alle origini ... perchè è sempre bello poter tornare.

Ingredienti per 2 persone : 150 gr. riso per risotti (io Carnaroli) - 30 gr. cipolla bionda - 280 gr. pomodori pelati San Marzano DoP - basilico - salvia - timo - alloro - 1 spicchio aglio - olio e.v.o. - Parmigiano Reggiano grattugiato e a scaglie - brodo vegetale - sale - pepe nero - pepe di Cayenna macinato
Per il brodo vegetale : 1 carota - 2 rondelline di porro - 1/2 cipolla con la buccia - 1 pezzetto di sedano - 3 pomodorini - 2 gambi di prezzemolo senza foglie - 2 foglie di basilico grandi - 1 rametto di timo - sale - 1,3 litri di acqua

Procedimento
Per il brodo vegetale : arrostite per qualche minuto la cipolla con la buccia, dalla parte del taglio in una pentola antiaderente senza condimenti.
Quindi mettetela in una grossa pentola con la carota pelata e tagliata a rondelle, il porro, il sedano e tutti gli altri ingredienti (meno il sale). Portate a bollore e fate sobbollire per 15 minuti, coperto. Quindi unite un pizzico di sale (poco) e cuocete per altri 20 minuti, sempre coperto. Al termine, filtrate al colino e tenete da parte.
Prepatate la salsa di pomodoro : mettete in una padella l'olio, l'aglio con la buccia e la foglia di alloro. Unitevi la cipolla tritate molto finemente e fatele brasare, bagnando con pò di brodo vegetale se occorre. Quindi unite i pelati, un rametto di timo, uno di salvia e uno di basilico. Fate restringere. Al termine, regolate di sale e pepe nero e di Cayenna ed eliminate gli aromi e l'aglio.
Tostate il riso in una pentola con un cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio in camicia. Portate a cottura bagnando con il brodo vegetale salato e scaldato. Dopo 10 minuti, unite la salsa di pomodoro. Al termine, regolate di sale e pepe. Togliete dal fuoco e matecate con una noce di burro e il parmigiano grattugiato. Profumate con 2-3 foglie di basilico spezzettate finemente con le mani. Fate riposare coperto per 3-4 minuti. quindi servite, rifinendo con scaglie di formaggio.

Commenti

  1. Quanto mi trovi d'accordo cara Manu!!! e questo risotto semplice e profumato testimonia sì semplicità ma anche il gusto delle cose Buone...proprio con la B maiuscola...come sempre bravissima. Un bacio. Paola

    RispondiElimina
  2. ma sai che il risotto al pomodoro è una di quelle cose che ho sempre trascurato? non so, non c'è un motivo: solo che mi pare che il riso e il pomodoro non si sposino bene. ma sai da quanti anni non lo assaggio più? troppi. e le mie papille gustative sono decisamente cambiate :-) mi hai convinta: ci riprovo! anche perché hai ragione: a volte nella semplicità e nella sicurezza c'è dentro un grande valore...

    RispondiElimina
  3. sì sì questa è proprio la semplicità che mi piace, brava!
    Evviva il pomodoro e evviva l'estate!
    a presto,
    Alessandra

    RispondiElimina
  4. la semplicità disarmante di questo piatto lo rende così speciale!!

    RispondiElimina
  5. semplice e ottimo, l'importante è sempre la materia prima, il risultato sarà sempre assicurato!:)

    RispondiElimina
  6. Fare un risotto al pomodoro e' facile, farlo buono e' un'altra cosa ;-)
    Il tuo mi piace particolarmente. La cura nel cucinare ha la sua importanza, vedi il come fare un buon brodo di verdura, vedi l'eliminare gli aromi nel sugo di pomodoro per evitare che prenda l'acuto, vedi il formaggio a scaglie, etc. Io non avrei aggiunto il burro, ma chi comanda sei tu: BRAVA

    RispondiElimina
  7. ...un bellissimo post...l'ho apprezzato tantissimo! :) è sempre un piacere passare a trovarti...hai una cura nel preparare le tue ricette assolutamente speciale, traspare dal tuo modo di scrivere...e si legge nella preparazione, negli ingredienti e negli accostamenti :)...COMPLIMENTI, cara Manu! :) con tutto il cuore...un abbraccio :)

    RispondiElimina
  8. Molto semplice e leggero questo risotto! se poi fatto con ingredienti freschi..è il massimo!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. Paola : in effetti, anche la semplicità a volte è un grande pregio !!!

    Sara : mi trovi completamente d'accordo. Anche io non lo cucino spessissimo, è più facile che lo prepari in modo un pò più nobile. Ma in effetti la leggera acidità del pomodoro secondo me lega benissimo con la dolcezza e pastosità del riso. E' un piatto un pò bistrattato (come la pasta al pomodoro). Ma fatta bene, è una delle cose più buone che esistano !!!

    Alessandra : la siamo davvero aspettando ... ma dal fresco di stamattina siamo ancora lontani ...

    Alem : grazie tantissime. Io vivrei di solo pomodoro ...

    Breadandbreakfast : hai ragione, più una ricetta è semplice, più diventano importanti gli ingredienti che si usano !!!

    Corrado : ma lo sai che sono lombarda .. senza burro che risotto sarebbe ?? A parte gli scherzi, il burro serve per renderlo più morbido, anche come gusto. Il brodo ed il pomodoro hanno componenti "acidelle", i soffrittini vari sono fatti con olio e quindi per me una nocina di burro alla fine (assieme al formaggio) serve per dare maggiore equilibrio al piatto. Ma è sempre una questione di gusto ed abitudine : io sono ovviamente cresciuta con risotti mantecati con burro e quindi è un sapore ed una dolcezza a cui sono abituata. E il problema è che se non li metto, poi ne sento la mancanza. E quindi mi piace partire con olio per la cottura del riso e poi terminare con il burro, che così non brucia e mantiene leggera la preparazione.

    Marzia : ti posso solo dire GRAZIE. Mi hai commosso : alzarsi e leggere le tue parole di prima mattina è stato un bellissimo regalo ed un enorme piacere. A volte basta una parola per rendere una giornata diversa. Grazie.

    Manu e Silvia : grazie mille.

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari