Budino caramellato al limone e amaretti

Ok .... il bollettino giornaliero vede ormai solo un neurone girare (peraltro a vuoto) nella mia testa.
Lo sento già in vacanza, tutto preso ad intonare allegre canzoncine (come quelle che si cantavano sui bus quando si andava in gita con gli amici) .
Assomiglia tanto a quella simpaticissima particella di sodio, che vagava tutta sola nella bottliglia.
Personalmente, l'ho sempre adorata, mi faceva una tenerezza infinita ...
Ritorniamo a noi .. in fondo questo è un blog di cucina, non un bollettino meteo.
Ultimamente mi sono fissata ad usare gli amaretti.
Non so cosa mi sia preso, ma mi ispirano parecchio, ed io ovviamente assecondo questi istinti; è già una grazia divina averne ancora !!
Trascurate per un attimo il fatto che si debba accendere il forno (in fondo ci si può rintanare in un'altra stanza).
I minuti di lavorazione sono davvero pochissimi, e questo è l'importante.
Poi potete buttarvi sotto la bocchetta del condizionatore con un bel bicchierone di ... qualunque cosa, basta che sia ghiacciato.
Quando suona il timer, portate un attimo di pazienza, trattenete il fiato e tirate fuori la teglia dal forno.
Poi riscappate di nuovo sotto il condizionatore.
Quando la situazione sarà ritornata accettabile, entrate velocemente in cucina e infilate i budini in frigorifero.
Poi potete anche svenire, intanto la preparazione è pronta !!!
E credetemi se vi dico che questo budino merita, anche questo piccolo sacrificio.
Sembra concettualmente un bonet, ma ha tutta la freschezza del limone.

Ingredienti per 3 persone : 2 uova grandi - 30 gr. amaretti - buccia di 1 limone - 55 gr. zucchero - 25 gr. succo di limone - 210 gr. latte - 15 gr. liquore all'amaretto - un pezzo di bacca di vaniglia
Per il caramello : 30 gr. zucchero semolato - qualche goccia di succo di limone - 2 cucchiai acqua

Procedimento
Scaldate il latte con dentro il pezzo di bacca di vaniglia aperto a metà.
Sbattete le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale (con la frusta a mano, ma senza montarle).
Versatevi il latte intiepidito. Unite gli amaretti sbriciolati, il succo e la buccia di limone e l'amaretto.
Fate caramellare lo zucchero con il succo di una fettina di limone. Quando il caramello sarà dorato, unitevi due cucchiai di acqua scaldati. Rimettete su fuoco per far ridisciogliere il caramello. Quindi Versatelo in stampini individuali (3) e ricopritene fondo e pareti. Versate il composto di uova e amaretti e cuocete in forno caldo a 160° a bagnomaria (con acqua già calda) per circa 50 minuti. Togliete dal forno e fate raffreddare. Mettete gli stampini in frigorifero sino al momento del consumo.
Per sformarli, io passo la lama di un coltello a punta tonda attorno alle pareti, e scaldo leggermente la base dello stampino immergendolo per pochi secondi in una ciotola con acqua calda.

Commenti

  1. Non conoscevo il tuo blog, mi piace molto, brava!

    RispondiElimina
  2. Ciao forchettina :-)
    Ci farebbe piacere invitarti a partecipare al nostro contest: http://www.sorelleinpentola.com/2010/07/larte-in-cucina-contest.html

    Ti aspettiamo!
    ps. complimenti per il blog

    RispondiElimina
  3. Perchè anche se col caldo l'appetito scema,èer i dolci c'è sempre posto!
    Che delizia!
    mari

    RispondiElimina
  4. Ciao complimenti ricettina buonissima!!!!
    Ti seguo e ti invito a partecipare al mio contest sui crumble.

    Cia un bacio Francesca

    RispondiElimina
  5. Ma tu... Tu... Non ti fermi mai?
    :)))))))

    RispondiElimina
  6. strepitoso!Questo budino mi fa impazzire!Dev'essere eccezionale!

    RispondiElimina
  7. Ciao!! Ho scoperto oggi il tuo blog, e me ne sono innamorata...!
    Hai una grande fantasia nel cucinare...le ricette e gli abbinamenti sono fantastici!!
    Un bacione, e a presto!
    Laura

    RispondiElimina
  8. buoni gli amaretti, questo budino è splendido! certo per il forno bisogna pensarci bene, però merita di sicuro :-D
    Ciao
    Francesca

    RispondiElimina
  9. Giulia : grazie tantissime, è un piacere conoscerti !!

    Chiara Maci : ciao Chiara. Grazie per avermi avvertito. E complimenti per la bellissima idea che avete avuto : abbinare la cucina e l'arte è quanto di più bello si possa fare. Adesso non mi tocca fare altro che iniziare a sfogliare e pensare a qualcosa !!!

    Francesca : inizio a pensare a qualcosa !!!!

    Corrado : se mi fermo, poi non riesco più a ripartire !!!

    UnaZebrApois : grazie tantissime.

    piccolacuoca : grazie Laura, soprattutto per il tuo entusiasmo, è una sferzata di energia, di cui avevo bisogno in questo momento. Mi fa un immenso piacere fare la tua conoscenza !!

    Acquolina : Ciao Francesca, non me ne parlare .. ieri mi sono provata la temperatura, tanto per vedere .. ed era a 37.2 .. credi sia colpa del forno ?? GRazie tantissime !!!!

    RispondiElimina
  10. MariCrea : in effetti con le temperatura alte la fame cala, ma per un dolce fresco c'è sempre posto !!! Grazie tantissime.

    RispondiElimina
  11. Questo budino mi stuzzica alquanto è molto delizioso!

    RispondiElimina
  12. L'idea di questo matrimonio contrastato ma armonioso è stupenda :-) E poi il colore dà voglia di affondarci il cucchiaio!

    RispondiElimina
  13. Italians Do Eat Better : grazie infinite.

    Edda : hai ragione, è un vero matrimonio d'amore !!! Grazie mille.

    RispondiElimina
  14. QUESTA RICETTA è COMPLETAMENTE ERRATA!! PURTROPPO L'HO SEGUITA NEI MINIMI DETTAGLI E QUESTO MI HA PORTATO A SERVIRE UNA CENA SENZA DESSERT. QUELLO NELLA FOTO DI PRESENTAZIONE è CHIARAMENTE RIPRESO DA UN VERO SITO DI DOLCI!!
    PS.. A CENA C'ERANO DELLE PERSONE DAVVERO ESPERTE NELLA PREPARAZIONE DI DOLCI CHE, DOPO AVER VISTO IL 'BUDINO'(FINITO SUCCESSIVAMENTE NEL CESTINO), HANNO CONFERMATO CHE EFFETTIVAMENTE L'ERRORE STAVA PROPRIO NELLA RICETTA.
    W GIALLO ZAFFERANO, UNO DEI POCHI BLOG DAVVERO AFFIDABILI!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari