Gelatina di gazpacho con salsa di burrata e calamari al limone

Zuppe, minestre e creme mi hanno sempre fatto pensare a temperature decisamente meno miti di quelle attuali.
Ed è sempre stato così, fino a quando non ho scoperto questa meravigliosa crema fredda di origine spagnola.
Ho impiegato un pò a prepararla, perchè leggere fra gli ingredienti l'aceto mi ha sempre un pò frenato, visto che non vado sempre d'accordo con le sensazioni acide.
Ma un'estate particolarmente calda ed afosa mi ha convinto a provare.
Ma quale sensazione acida .... mi sono rimproverata a lungo per non averla fatta prima, visto che adesso è sicuramente uno di quei piatti che mi piace riassaporare ogni anno.
Questa volta ho voluto però darle una forma un pò diversa, e così invece di essere una crema ghiacciata, è diventata una morbida gelatina, così l'antipasto è servito, bello e soprattutto fresco !!!! .. sempre che non si esageri di peperoncino ....

Una cosuccia particolare che ho imparato e non ho mai più abbandonato è il trattamento del cetriolo : sono sempre stata abituata a tagliarlo a fettine e successivamente salarle per eliminare l'amaro. In questo modo però a volte risulta essere un pò troppo salato e perde così di freschezza e croccantezza.
Trovo più interessante invece strofinarlo intero (con ancora la buccia) con sale fino e e grosso, e lasciarlo poi riposare per una decina di minuti (anche 20 se il cetriolo è grande), poi si può sciacquare, asciugare e pelare (o lasciare anche un pò di buccia, se serve una fettina decorata) ed usare liberamente.
Vedrete che durante il riposo il cetriolo inizia a "sudare" e perde così l'amaro. In questo modo risulta per me meno salato e più dolce.

Ingredienti per 4 persone
Per il gazpacho : 200 ml. salsa di pomodoro - 60 gr. peperone rosso - 60 gr. cetriolo - 30 gr. aceto bianco - sale - 20 gr. pane - olio e.v.o. - 2,5 fogli colla di pesce - aglio
Per i calamari : 4 calamari - olio e.v.o. - sale - aglio
Per l'olio al basilico e limone : 35 gr. olio e.v.o. - 3 foglie di basilico - 2 grani pepe nero - 2 pezzi buccia di limone - 1 spicchio aglio
Per la salsa di burrata : 60 gr. ripieno di burrata o stracciatella - pepe nero - 4 cucchiai latte - sale

Procedimento
Per l'olio : scaldatelo, facendolo solo fremere, con il basilico, l'aglio tagliato a metà, due grani di pepe e due pezzetti di buccia di limone intera. Fate raffreddare completamente ed insaporire per una giornata, prima di filtrarlo.
Usate pane un pò raffermo e solo la mollica. Io ho sato del pane che avevo preparato, di tipo casereccio aromatizzo con con la nigella, ma va benissimo anche uno classico.
Strofinate il cetriolo con abbondante sale e lasciatelo riposare per una ventina di minuti. In generale, vi consiglio di non lasciarlo troppo a contatto con il sale, o perderà di croccantezza.
Quindi sciacquatelo, asciugatelo e pelatelo. Tagliatelo a pezzi. Spellate il peperone rosso con il pelapatate. Pulitelo da semi e nervature bianche. Frullatelo in un mixer con la salsa di pomodoro, il cetriolo, il pane strizzato leggermente. Quindi regolate di sale, peperoncino, pepe ed unite anche un cucchiaio di olio.
Ammollate per 10 minuti in acqua fredda la colla di pesce. Quindi scolatela e scioglietela in 2 cucchiai di acqua calda. Amalgamatela mescolando bene alla crema. Mettete in formine individuali, precedentemente strofinate di aglio ed oliate e fate raffreddare in frigorifero.
Per la salsa di burrata, frullatela con qualche cucchiaio di latte, per ottenere una salsina, passatela al setaccio, regolate di sale quindi pepatela.
Sbollentate per uno o due minuti i calamari in acqua bollente salata. Quindi scolateli, asciugateli e conditeli con l'olio al basilico, un pizzico di pepe macinato e prezzemolo tritato (regoalte di sale). Fateli marinare con il condimento per almeno mezz'ora.
Sformate il gazpacho, e servitelo nappato con la salsa di burrata, un filo di olio e.v.o. ed i calamari marinati. Rifinite se volete con un filo di olio aromatizzato.

N.B. : io ho usato una salsa di pomodoro con già dentro un poco di cipolla e basilico, se volete potete aggiungerne un poco alla crema (direi sui 5/10 gr. di cipolla e una foglia di basilico)




Commenti

  1. Wow forchettina! Questo è un piatto di gran classe!!! Oltre al fatto che con questo caldo mi sembra perfetto. Bravissssima!

    RispondiElimina
  2. Grande idea la gelatina, da provare :)))
    Antipasti di classe, eh?
    :))))))))))))))))))))

    RispondiElimina
  3. Mmmmm...che buona la burrata...questa te la prendo in prestito...e se la servissi in una coppa martini?? la studio e ti faccio sapere...se ti va..buona serata Greta

    RispondiElimina
  4. Uhmmm... gazpacho con la gelatina, che ideuzza da provare. Buona serata :)

    RispondiElimina
  5. bellissima idea!!!il tuo gazpacho è perfetto :D

    RispondiElimina
  6. Una bellissima ricetta....da provare.....a presto e baci, Anna.

    RispondiElimina
  7. FeelCook : qualsiasi ricetta che non preveda l'uso di fuochi e forni è l'unica soluzione possibile possibile ..... ma quanto caldo fa !!!!

    Vicky : grazie tantissime.

    Corrado : soprattutto freschi .... immagino che anche da te non vada meglio a temperature !!

    Greta : mi farebbe un immenso piacere sapere quello a cui hai pensato tu !! In effetti anche nel bicchiere da martini fa la sua bella figura, anche a me piace moltissimo usarlo per gelatine dolci e salate !! Fammi sapere, ci conto !!!

    Katia : in effetti in qualsiasi modo lo si faccia, il gazpacho è sempre delizioso !!! Anche "gelatinato" ha il suo perchè ....

    UnaZebrApois : grazie tantissime.

    Anna : grazie mille, sei gentilissima.

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari