Pesche, cioccolato e amaretti ... what else ???

Non urlate noia ... portate pazienza .. ormai mi diverto tantissimo a fare piccole staccionate di cioccolato, soprattutto adesso che mio marito è diventato un'artista di conetti di carta forno, con cui poi le disegno.
Sembrerà una stupidata, ma io riesco a fare solo coni sbilenchi, che si aprono a tradimento, così lui mi soccorre e mi salva da metri e metri di carta forno buttata nel cestino.
Questa volta il dolce è composto da una mousse di pesche e da una base croccante preparata amalgamando cereali e cioccolato fondente (avrei anche potuto fare una base morbida ... ma per complicarmi meno la vita ho preso questa idea per la base da un dolce di Salvatore De Riso).
E poi cioccolato ... cos'altro ?!?

Ingredienti per 2 persone : 2 pesche medie (150 gr. il peso da pulite) - 1,5 fogli colla di pesce - 100 gr. ricotta vaccina - 1 uovo grande - bacca di vaniglia - 10 gr. amaretti -40 gr. zucchero - un pizzico di cannella in polvere - succo di limone
50 gr. cioccolato fondente per il reticolo di cioccolato
Per la base : 25 gr. di cereali e muesli (vanno bene fiocchi di mais, avena e tutto quello che avete in casa) - 2 amaretti sbriciolati - 15 gr. cioccolato fondente

Procedimento
Sciogliete il cioccolato fondente e mescolatelo ai cereali e agli amaretti. Prendete dei cilindri di acciaio. Chiudete la base con pellicola trasparente. Ricopriteli internamente con strisce di acetato. Mettete alla base i cereali, distribuendoli in modo omogeneo. Mettete in frigorifero a rassodare.
Pelate le pesche, tagliatele a pezzetti, spruzzatele di limone e mettetele in un pentolino con lo zucchero necessario a dolcificarle (3 cucchiaini circa), ed un pezzetto di bacca di vaniglia aperto per profumarle (circa 2-3 cm.).
Cuocetele sino a farle disfare (una decina di minuti a pentola coperta).
Quindi frullatele con il mixer e passate al setaccio.
Montate il tuorlo con lo zucchero (i 40 gr.). unitevi il passato di pesche, la ricotta setacciata, gli amaretti pestati e la cannella. Mescolate per amalgamare bene.
Ammollate la colla di pesce per 10 minuti in acqua fredda. Scolatela, strizzatela e scioglietela in un cucchiaio di acqua (o succo di pesca o liquore alla pesca). Amalgamatela alla mousse.
Montate l'albume con un pizzico di sale e unitelo al composto, con movimenti dal basso verso l'alto.
Versate il composto dentro i due anelli ricoperti di acetato e fate rassodare in frigorifero.
Quando si saranno rassodati, liberateli dall'acetato e dagli anelli.
Ritagliate due strisce di carta forno dell'altezza delle mousse e di poco più lunghi. Sciogliete a bagnomaria (o al microonde) il cioccolato fondente, Mettetelo in un conetto di carta forno (quando lo realizzate, o lo faate realizzare, fate in modo che la punta sia chiusa, poi la taglierete voi dell'ampiezza che desiderate) e spruzzatelo sui rettangoli di carta forno, in modo da fare una sorta di reticolato.
Vi consiglio di passare le strisce per circa 1 minuto in frigo, per far un pò rapprendere il cioccolato.
Quindi avvolgete le due strisce attorno alle mousse e rimettete in frigorifero.
Al momento di servire, liberatele dalla carta forno e servitele, decorando, se volete, con amaretti e cioccolato.

Commenti

  1. Ciao! wow...spendide queste torrette e davvero moto golose!
    bravissima come sempre!
    un bacione

    RispondiElimina
  2. Ma questo dolce è d'alta classe! E anche la foto!
    complimenti!
    Ciao Gloria

    RispondiElimina
  3. Anche tu, solo piccoli capolavori, eh?
    Queste staccionate....
    :-)

    RispondiElimina
  4. Gloria mi ha rubato le parole di bocca...un dolce composito d'artista!

    RispondiElimina
  5. Ma che noia e noia...il mio primo pensiero è stato: ma che figata!

    RispondiElimina
  6. Mamma mia, che roba golosamente goduriosa hai fatto! Una torretta splendida, bravissima Manu!

    RispondiElimina
  7. urca, che meraviglia! per me poi questo è un terzetto vincente di partenza, anche per delle semplici pesche al forno!
    senti, una domanda tecnica, tu dici che metti il reticolato in frigorifero e poi lo avvolgi intorno alla mousse, ma non si spezza se è già solidificato? grazie !!

    RispondiElimina
  8. Manu io non riesco piu' a starti dietro con questi dolci meravigliosi! Le staccionate di cioccolato poi son sempre di grande effetto... cosi' come gli amaretti, sempre deliziosi e al posto giusto :) Buon w.e. cara
    p.s. per la torta di albicocche io consiglierei quasi di piu' il normale lievito sai... l'ho rifatta oggi utilizzando il paneangeli ed ha lievitato meglio con una consistenza che ho preferito..

    RispondiElimina
  9. Questo dessert è un capolavoro.
    Ho scoperto questo blog solo oggi.
    E' molto bello, curato e interessante.
    Mi unisco ai tuoi sostenitori e torno presto.
    Buona serata

    RispondiElimina
  10. ...ma sono di fronte ad un'artista! Complimenti per la ricetta e per la foto!!!
    GNAM!
    http://fishandchipsbistro.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. Queste staccionate che lasciano intravedere l'interno goloso, sono deliziose ...
    Piccoli capolavori :)

    RispondiElimina
  12. ...no ma Manu, quando non passo di qui per un po' di giorni guarda che mi combini!!! :):) pesche, cioccolato e amaretti da noi in Piemonte sono un'istituzione...però quella staccionata lì non sarò mica mai in grado di farla!davvero scenografica...e chissà che buono l'intero dolce!eccezionale, come sempre :) un bacione!

    RispondiElimina
  13. Manu e Silvia : grazie tantissime.

    Gloria : grazie, sei un tesoro !!

    Corrado : ora il difficile è fermarsi ....

    Barbara : addirittura .. non oso tanto !!!

    Elel : in tutta sincerità .. pure a me i dolci non danno mai noia .. anzi !!!!

    Sara B. : grazie mille Sara.

    Dauly : io metto il reticolato in frigo per un minutino giusto per far rapprendere un pò il cioccolato, senza che si solidifichi. Giusto per non farlo colare tutto. Poi lo attacco al dolce e di nuovo in frigo. Ti assicuro che staccando la carta forno dal cioccolato, non si rompe. Sembra un miracolo .. ma ti assicuro che regge !!!

    Katia : grazie per il cosniglio .. adesso sono "punto ea capo" . Che ci faccio con il cremor tartaro ??? Intanto proverò la tua torta, che vale comunque l'assaggio !!!!

    Viola : grazie mille, mi fa piacere conoscerti, e sono felice che il mio blog ti piaccia !!! E grazie per avermi fatto visita !!

    Francine : grazie tantissime. Non mi definirei propriamente un artista .. diciamo che ogni tanto cerco di fare qualcosa che sia anche carino (a volte vengono, fortunatamente). Però mi lusingo ugualmente del tuo complimento, perchè fa sempre piacere sentirselo dire, è un bel modo per essere spronati a fare di meglio !! Piacere di conoscerti !!!

    Milena : grazie cara, affascinano tantissimo anche me ... che ci devo fare ...

    Marzia : ti assicuro che è una stupidata ... la vera difficoltà è fare il conetto di carta forno, poi il gioco è fatto. Hai ragione, cioccolato, amaretti e pesche sono una vera istituzione, ed anche io non mi stanco mai di mangiarli assieme !!! Grazie mille.

    Maia : cos'altro posso aggiungere ... parole sante !!!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari