Calamari alla birra con sformatino di zucca

Potrei raccontarvi che per fare questa ricetta ho riflettutto settimane e settimane.
Che doveva essere una ricetta per una persona particolarmente amante della birra o per un estimatore di calamari ....
Che ho girato per ore alla ricerca dei calamari dall'occhio perfetto ...
In realtà, molto più semplicemente e normalmente, mi era avanzata un pò di birra da una bottiglia già aperta, e così, invece di fare il solito fritto di calamari, e invece di mangiare la zucca lessa come faccio abitualmente, ho preparato qualcosa di alternativo, che da tempo volevo provare e che mi incuriosiva un pò.
E' uu piatto decisamente autunnale, caldo e spieziato, ma molto, molto piacevole !!!


Ingredienti per 2 persone
Per i calamari : 500 gr. calamari - 1 cipolla rossa di Tropea - 80 gr. birra bionda - 1 cucchiaino semi di senape pestati - olio e.v.o. - sale - pepe nero - alloro - aglio - prezzemolo - un pizzico zucchero
Per lo sformatino : 150 gr. zucca - 50 gr. ricotta - sale - olio e.v.o. - sale - pepe - noce moscata - cannella - erbe aromatiche (salvia e rosmarino) - 1 albume - 70 gr. latte - 1 cucchiaio parmigiano reggiano grattugiato - farina di mais fine e burro per gli stampini

Procedimento
Affettate sottilmente la cipolla e fatela appassire dolcemente con un filo di olio, lo spicchio d'aglio in camicia e una foglia di alloro.
Quindi unitevi i calamari, puliti e tagliati ad anelli. Fateli insaporire per 5 minuti, sfumate con la birra, fate evaporare un pò l'alcol e poi portate a cottura, tenendo coperto. Salate, solo se occorre, verso la fine. . Cuocete per 30-40 minuti, sino a quando saranno morbidi. Se la preparazione risultasse troppo acquosa al termine, fate cuocere a pentola scoperta, in modo da far evaporare l'acqua (tenete presente che, dopo, la senape aggiunta addensa la preparazione). Alla fine eliminate l'aglio e l'alloro, incorporate i semi di senape leggermente pestati in un mortaio, un pizzico di zucchero , una macinata di pepe, e profumate con un pizzico di prezzemolo tritato.
Per lo sformatino : cuocete in forno la zucca tagliata a fette, con la buccia, sino a quando sarà bella morbida. Prelevate la polpa cotta e pesatene 150 gr. Frullatela con la ricotta e poi passate il composto al setaccio. Unitevi anche il latte, il parmigiano grattugiato, un ciuffo di rosmarino ed una foglia di salvia tritati, profumate con con noce moscata grattugiata, un pizzico di cannella macinata, regolate di sale e pepe ed aggiungete 1/2 albume non montato. Mescolate per amalgamare bene il composto, poi unite l'altra metà di albume, montato a neve ferma con le fruste. Incorporatelo con movimenti dal basso verso l'alto, per non smontarlo. Imburrate ed infatinate due stampini usa e getta di alluminio, versatevi il composto e cuocete in forno caldo a bagnomaria per 30-40 minuti a 180°. Quindi togliete dal forno ed aspettate qualche minuto prima di sformare.
Servite i calamari con gli sformatini di zucca.

Commenti

  1. Che classe: come fai ad improvvisare piatti così raffinati?

    RispondiElimina
  2. Che bella ricetta Emanuela!

    Io adoro i calamari stufati e con la birra non li ho mai preparati.

    Li metto in lista!

    Grazie,
    Barbara

    RispondiElimina
  3. molto molto particolare. complimenti

    RispondiElimina
  4. complimenti..un signor piatto!lo segno!ciao!

    RispondiElimina
  5. buonissimi!!!Che piatto da Regina!!!Complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. Che buono questo sformatino! Ha un aria così invitante...e un apsetto così raffinato! Ma lo sai che hai avuto proprio un ottima idea?

    RispondiElimina
  7. sai sempre offrire dei piatti che sono uno spettacolo ala vista figuriamoci al palato!!bacioni imma

    RispondiElimina
  8. Milena : grazie, sei fin troppo gentile !!!

    Barbara : anche a me piacciono tantissimo. Stufati sono saporitissimi, e questa versione con la birra è una variazione di quelli che si possono fare con il vino o in umido al pomodoro.

    Paola : grazie mille.

    Federica : grazie tantissime.

    UnaZebrApois : oddio .. mi manca solo la corona ... beh .. magari fatta d'uva non mi dispiacerebbe !!!!

    Mirtilla : dammi una zucca .. e ci faccio di tutto !!!

    dolci a gogo : ciao imma. Ti ringrazio tantissimo.

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari