Zuppa di porcini, fagioli dall'occhio e speck

Fortunatamente la stagione delle zuppe, quelle calde e fumanti come piacciono a me, coincide anche con il tripudio di funghi che ci accompagna in questo inizio d'autunno.
Di solito devo solo decidere se farla accompagnandoli con fagioli, patate o sedano.
Questa volta evidentemente la scelta è caduta sui fagioli.
Sarà perchè ultimamente non mi sono dedicata sufficientemente alle lunghe cotture (vedi polenta), quindi qualcosa in casa che sobbolliva lentamente, piano piano, davvero mi mancava.
O forse mi mancavano i cocci su fuoco, che mi risollevano come poche altre cose.
E devo dire che, con tutta la pioggia che è scesa, un pò di conforto davvero ci vuole !!!

Ingredienti per 2 persone : 5 cucchiai di fagioli dall’occhio già cotti – 200 gr. porcini freschi – 15 gr. speck a dadini piccoli – ½ scalogno – 1 spicchio aglio – sale – pepe nero – olio e.v.o. – erbe aromatiche (salvia, rosmarino, prezzemolo) - 1 cucchiaio parmigiano reggiano grattugiato

Procedimento
La sera precedente ammollate 100 gr. fagioli dall’occhio.
Il giorno successivo, scolateli e metteteli in un tegame di coccio.
Coprite con acqua fredda ed aggiungete uno spicchio di aglio in camicia ed una foglia di salvia. Portate lentamente a bollore, e poi cuocete a fuoco basso per circa 1 ora (l’acqua deve sobbollire molto dolcemente).
Quasi al termine salate e proseguite la cottura per qualche altro minuto.
Quindi scolateli, conservando la loro acqua di cottura.
Tritate finemente lo scalogno e rosolatelo con uno spicchio di aglio in camicia in un filo di olio e.v.o.
Aggiungetevi i funghi precedentemente puliti ed affettati (unite solo i gambi e non le teste, quelle le aggiungerete alla fine).
Fateli in po’ insaporire prima di aggiungere i dadini di speck.
Cuocete ancora per circa 3 minuti.
Bagnate con 3 mestoli di brodo di cottura dei fagioli e cuocete per 8-10 minuti.
Aggiungete i fagioli, fate riprendere il bollore e cuocete per altri 5 minuti.
Per ultimo unite le cappelle tenute da parte (e affettate sottilmente); terminate la cottura (altri 3 o 4 minuti).
Regolate di sale, pepe nero macinato al momento e profumate con un trito di salvia, rosmarino e prezzemolo. Spegnete il fuoco ed aggiungete anche un cucchiaio di formaggio.
Rifinite con un filo di olio e.v.o. prima di servire.
Accompagnate con fette di pane abbrustolite (io ho usato un pane alle noci, ve lo consiglio, con i fagioli ed i funghi è la sua morte).

Anche con questa ricetta partecipo alla raccolta sui funghi di Federica - Pan di ramerino .

Commenti

  1. i periodi freddo dell'anno mi piacciono soprattutto per questo...comfort food a tutto spiano!!!.........buona la tua zuppa!

    RispondiElimina
  2. Questa zuppa è perfetta per queste giornate uggiose: calduccina, saporita e profumata! Dev'essere squisita!

    RispondiElimina
  3. che buonaaaa....da provare anche io amo le zuppe e i funghi.....infatti 'inverno mi piace proprio perchè posso preparare zuppe di qualsiasi tipo..ciao

    RispondiElimina
  4. Cenerentola : grazie tantissime. Anche io li adoro. E' con il freddo che sento la bellezza e la gioia del calore casalingo !!

    Mirtilla : in effetti quasi ogni giornata di questo autunno va benissimo !!!

    Stefania : grazie mille.

    Masterchef : anche io nella stagione più fredda ne faccio di ogni tipo, sono una gioia !!!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari