Bigoli con le sarde

Per questo primo, mi sono rifatta molto ad un piatto tradizionale a cui sono dedicate sagre locali e per il quale c'è un vero e proprio culto.
Si tratta di una sorta di spaghettoni (normalmente all'uovo) che vengono trafilati con il torchio e conditi di solito con un condimento a base di sarde conservate sotto sale, olio e aglio (o ragù d'anatra .. dipende se siete di magro o meno).
Questa volta ho realizzato la versione marinara e decisamente molto saporita del piatto, con qualche finezza in più.
Innanzitutto ho realizzato gli spaghettoni in casa (con la macchina per fare la pasta), usando solo semola Senatore Cappelli ed acqua : niente uova ... trovo sia preferibile, visto che il condimento non è a base di carne.
Va detto che le sarde hanno un gusto davvero forte e deciso, quindi sono da dosare con parsimonia e vanno pulite e dissalate molto bene.
Io ho pensato di ingentilire il condimento utilizzando un olio aromatico all'arancia e semi di finocchio, che richiama un pò il gusto siciliano, ma che si sposa a meraviglia con questi sapori.
Vi dirò .. non sono mai stata un'adoratirce di questo piatto .... ma questa versione, un pò più fresca  e profumata mi ha fatto ricredere.

Ingredienti per 2 persone (per una dose abbondante e generosa .. ogni tanto ci vuole !!)
per gli spaghettoni : 250 gr. semola di grano duro Senatore Cappelli - acqua - un pizzico di sale fino
per il condimento : 110 gr. sarde sotto sale (praticamente 5) - olio e.v.o. - uno spicchio di aglio - pepe nero macinato rigorosamente al momento - gambo di prezzemolo - buccia di arancia - un pizzico di semi di finocchio pestati - prezzemolo tritato

Procedimento
Fate la pasta mettendo nell'impastatrice la farina con il sale.
Versatevi l'acqua e fate impastare prima di trafilare.
Poi fate seccare gli spaghettoni all'aria, prima di metterli in frigorifero (anche uno o due giorni prima, con una sorta di essiccamento si garantisce una cottura un pò più omogenea della pasta).
Il giorno precedente : scaldate leggermente tre cucchiai di olio e.v.o. con l'aglio pelato, diviso a metà e privato dell'anima, un pezzo di buccia di arancia diviso in tre, un pezzetto di gambo di prezzemolo ed i semi di finocchio leggermente pestati. Lasciate in infusione per profumare l'olio (meglio per 24 ore). Quindi filtratelo.
Lessate la pasta in abbondante acqua poco salata (il condimento lo è già abbastanza).
Per il condimento : pulite molto bene le sarde, dissalandole per bene ed eliminando coda e lische.
In una grossa padella scaldate dolcemente l'olio aromatizzato con le sarde, in modo da scioglierle. Aggiungete qualche cucchiaio di cottura della pasta.
Scolate la pasta al dente (dopo 18 minuti di cottura .. hai voglia ....) e fatela saltare nella padella con il condimento. Pepate e servite rifinendo con un filo di olio e.v.o.a crudo e, se volete, un pizzico di prezzemolo tritato.

Commenti

  1. Quest'estate in Sicilia ho assaggiato per la prima volta la pasta con le sarde e devo dire che l'ho trovata un po' impegnativa come gusto. Chissà che questa versione più fresca non faccia ricredere anche me :-)

    RispondiElimina
  2. Manu, e' un piatto che adoro. Con la pasta fatta in casa e gli accorgimenti che hai usato mi fa impazzire ancora di piu'. Ti vedo a IG?

    RispondiElimina
  3. E' un classico ma questa pasta è sempre ottima.
    Mandi

    RispondiElimina
  4. Originale l'aggiunta dell'olio all'arancia e semi di finocchio! Buono

    RispondiElimina
  5. be questo è un classico senza tempo e davvero molto molto appetitoso e sono qui anche per inviatrti al mio contets Tutto in cocotte, ti aspetto sul blog mi raccomando mi fa piacere se partecipi!!baci imma

    RispondiElimina
  6. In effetti i bigoli sono veramente buoni...io li ho mangiati con il sugo d'anatra...deliziosi.... complimenti a te...kiss kiss

    RispondiElimina
  7. lamelannurca : diciamo che per certi piatti c'è bisogno di farci un pò il palato. Ma questa versione è sicuramente più delicata ed apprezzabile anche per chi è "straniero" rispetto a certi gusti !!! Sono sicura ti piacerà !!!

    Virginia : tasto dolentissimo. Avevo deciso di venire, ero già pronta con il mieo orario dei treni in mano. Poi .. ci mancherebbe .. mi hanno spostato un appuntamento che non posso rimandare . e così addio a IG .... non aggiungo altro ... ma mi sarebbe piaciuto .. eccome !!!

    Rosetta : l'inverno richiama in me la volgia della tradizione, i classici sono sempre nel cuore !!

    leorcherhotel : grazie mille. Danno un pò più di freschezza ed aromaticità, ad un piatto che è decisamente corposo e saporito.

    dolgi a gogo : grazie Imma. Segnami già fra le partecipanti !!!

    Kiss Kiss Anna : allora ci siamo già intese. Puro spettacolo !!! Grazie.

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari