Fusilli risottati con zucca e salsiccia

Non so voi, ma quando arrivo all'ultima pagina di un  libro, vengo presa da una sorta di malinconia.... dolce, ma un pò triste ....
Forse è per aver svelato un mistero che non potrà più essere tale e una volta che scopro la fine non posso più ignorarla.
Forse perchè è come lasciare un amico, che hai impiegato tempo per conoscere a fondo, ti sei affezionato, ma poi se ne deve andare  ...
E così prendo subito in mano un libro nuovo.
Così da non sentire la mancanza del vecchio, e mi riempio di nuova curiosità, di speranza .. e mi ci affeziono di nuovo ...
Così è la vita, fatta di cambiamenti, di scoperte, di abbandoni e di nuove conoscenze.
E così è anche la mia cucina, fatta di vecchi amici, di ricette che conosco e di nozioni che mi rassicurano. Ma dietro l'angolo ci sono le nuove, che mi incuriosiscono e mi stimolano.
Così è la vita ... così è la cucina ....

Ingredienti per 2 persone : 200 gr. fusilli - 180 gr. zucca già cotta al forno - 1 salsiccia (150 gr.) - 40 gr. cipolla rossa tritata finemente - erbe aromatiche (salvia, alloro) - un pizzico di spezie (noce moscata, cannella) - 1 pentolino di brodo vegetale - 2 o 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato - sale - pepe nero - una nocina di burro

Procedimento
Rosolate dolcemente la cipolla tritata con l'olio e.v.o. e una foglia di alloro.
Quindi unitevi la pasta e fatela insaporire mescolandola.
Bagnate con un mestolo di brodo e portate a cottura (occorreranno circa 20 minuti), mescolando ed aggiungendo altro brodo, come se fosse un normale risotto.
A due terzi di cottura, unite anche la zucca già cotta, una foglia di salvia, un pizzico di noce moscata grattugiata ed uno di cannella macinata.
A perte rosolate dolcemente la salsiccia privata del budello e sbriciolata.
Al termine, regolate la pasta di sale e pepe, eliminate alloro e salvia.
Aggiungete la salsiccia e mantecate con parmigiano ed una nocina di burro.

Commenti

  1. Ciao Emanuela, che ottima ricetta la proverò certamente!!!
    Sono completamente daccordo su quello che hai detto sui libri...da una parte non vedì l'ora di arrivare alla fine, ma dall'altra sei triste perchè finisce un viaggio...
    un saluto

    RispondiElimina
  2. Ahhhh!! QUESTA e' una ricetta da copiare. Anche senza libri nuovi questa toglie la malinconia :)

    RispondiElimina
  3. l'hai scritto proprio bene, mi ci rivedo, quando si tratta di libri belli, però, l'ultimo che sto leggendo non mi appassiona ma voglio finirlo comunque sperando che il prossimo sia meglio, come la prossima ricetta :-D
    La tua è da provare!

    RispondiElimina
  4. E' bello quando finisci un libro e pensi "Ma no, io ne voglio ancora!". Però poi ci sono nuovi libri, nuove storie. E nuove ricette! :-)

    RispondiElimina
  5. Olga : hai perfettamente ragione, i libri sono dei bellissimi viaggi da cui non si vorrebbe mai ritornare. Ma forse sono belli proprio perchè si torna.

    Corrado : sono tanti i trucchetti che uso per scacciare la malinconia. E questo piatto ne fa sicuramente parte !!

    Acquolina : hai molta più costanza di me. Quando un libro non mi prende, ed io non riesco ad entrare nella storia, è dura che io arrivi alla fine. Fortunatamente non mi è capitato spesso, ma non riesco a leggere qualcosa che non mi appassiona completamente. Anche se con certi libri, arrivata a metà, mi sono dovuta ricredere ... spero che poi ingrani !!!

    Mari - Rose di Burro : fortunatamente lo smarrimento dura poco, e si è orfani di un libro per pochissimo tempo. Anche i libri intonsi, ancora da aprire, mi affascinano, con il loro profumo di nuovo !!

    RispondiElimina
  6. Più un libro è lungo più leggere le ultime pagine fa male, vorresti che continuasse in eterno =) e la ricetta mi strapiace la salvo subito, bravissima!

    RispondiElimina
  7. Immagino il sapore irresistible anche a quest'ora :-)

    RispondiElimina
  8. Sono una divoratrice di libri anch'io, ma a volte mi capita di "perder tempo" con uno in particolare perchè non voglio che finisca, sì come una relazione con una persona... non voglio chiuderlo per sempre ed abbandonarlo sullo scaffale!! Quindi condivido in tutto. La cucina è un po' così ma ci permette di rievocare ogni volta che vogliamo certe belle sensazioni...
    Oddio, i fusilli... quasi li avevo scordati! Ottimi così mantecati, mi piacciono!+++++
    Roby

    RispondiElimina
  9. Cey : grazie tantissime. E' proprio vero, più un libro è lungo, più è difficile distaccarsene !!

    Edda : anche per me ogni ora sarebbe buona .. come ti capisco !!!

    Roby e Loris : grazie mille. Quando leggo un libro che mi piace molto sono sempre indecisa : la tentazione di divorarlo nel più breve tempo possibile è tanta. E così anche io lo centellino, altrimenti finisce subito !!!

    RispondiElimina
  10. Mi piace moltissimo questa pasta con la zucca, io ne sono dipendente, splendida poi cucinata così!!!! Complimentisimi, un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. speedy70 : cosa c'è di meglio che essere zucca-dipendente ... lo sono anche io !!! Grazie tantissime !!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari