Stracotto di manzo con salsa di fegatini

 In questo inverno, non avevo ancora preparato uno dei quei bei piatti di carne corposi, sostanziosi, lunghi da cuocere, che però mi piacciono tanto.
Diciamo nulla di fine e particolarmente raffinato .. figuriamoci innovativo ...
Poi, girovagando per la rete, mi è arrivata la giusta illuminazione.
Per preparalo, mi sono affidata al classico ed intramontabile cappello da prete, e fin qui è tutto normale.
La particolarità è nella salsa finale che lo insaporisce e lo ricopre di sostanziosa cremina, realizzata con i fegatini di pollo (avrei potuto usare anche del fegato di vitello, ma come sapore preferisco quello dei fegatini).
Trovo che nella preparazione possa starci bene anche l'aggiunta di qualche fungo secco.
Per il resto trovo la ricetta davvero perfetta : saporita e digeribilissima .... l'unico neo ovviamente sono i tempi di marinatura e la lunga cottura. Poi c'è da aggiungere che questi paitti sono molto più buoni il giorno dopo, riscaldati, in modo che si fondano i sapori : quindi giovedì marinatura, venerdì cottura e sabato scorpacciata. Ma ripaga di ogni sforzo ed impegno !!!

Ingredienti per 2 persone : 450 gr. cappello da prete - cipolla - costa di sedano - carota - brodo di carne - 30 ml. vino rosso - 20 ml. marsala secco - una foglia di alloro - 4 o 5 bacche di ginepro - 100 gr. fegatini di pollo - sale e pepe nero - olio e.v.o.

Per la marinata : vino rosso a coprire - un pezzetto di carota - uno pezzetto di sedano - uno scalogno piccolo - un pezzetto di porro - uno spicchio di aglio in camicia - qualche ciuffo di rosmarino - 2 foglie di salvia - 1 foglia di alloro piccola - 2 o 3 bacche di ginepro - 3 grani di pepe nero - 1/2 cucchiaio di zucchero)

Procedimento
Dividete la carne in due o tre pezzi e lasciate marinare con tutti gli altri ingredienti per una giornata (coperto con pellicola e in luogo fresco, possibilmente non in frigorifero).
Quindi scolatela ed asciugatela per bene, tamponandola con carta assorbente.
Legate i pezzi con uno spago, così rimangono più in forma.
Rosolate la carne a fuoco vivo (ma non troppo, evitate che si bruci eccessivamente, altrimenti prende un pò di amaro) su tutti i lati con un filo di olio e.v.o., dopo averla salata e pepata.
Tritate un terzo di carota (un pò grossina), uno scalogno ed un pezzetto di sedano.
Pesate 60 gr. di trito.
Rosolatelo in una pentola con un filo di olio e.v.o., unitevi la carne rosolata e fate insaporire per qualche istante.
Sfumate con il vino ed il marsala.
Aggiungete le bacche di ginepro, la foglia di alloro, coprite con il brodo caldo (salato) e fate cuocere coperto a fuoco basso per circa 2 o 3 ore (sino a quando la carne sarà bella morbida, ma non disfatta).
In un'altra padella con po’ di olio rosolate per bene i fegatini puliti e tagliati grossonalamente e leggermente salati. Quindi frullateli al mixer (se necessario aggiungete qualche cucchiaio di brodo).
Profumate con pepe nero macinato al momento.
Quando la carne sarà cotta, toglietela dalla pentola ed unitevi la crema di fegatini.
Lasciate che si formi una salsa, prima di riaggiungere la carne (liberata dallo spago).
Fatela insaporire per cinque/dieci minuti prima di togliere dal fuoco.
Consiglio di servire comunque la preparazione il giorno successivo, accoompagnate semplicemente con delle patate arrosto..

La ricetta si può arricchire anche con qualche fungo secco, che andrà aggiunto dopo la sfumatura con vino e marsala.

Commenti

  1. troppo buon e i fegatini non li mangio da una vita a casa mia non piaccionko.......aggiungi un coperto arrivoooooooooo

    RispondiElimina
  2. Oddio che meraviglia... io li adoro questi piatti... con i fegatini poi!!! *_*
    bravissima davvero!!

    RispondiElimina
  3. Mai fatto uno stracotto e la salsa coi fegatini mi intriga tantissimo!

    RispondiElimina
  4. Bel piatto....e pensare che io non ho mai preparato uno stracotto....kiss kiss

    RispondiElimina
  5. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  6. angicoock : in casa fortunatamente abbiamo gli stessi gusti (muffin a parte). Ma con i fegatini vado sul sicuro !! Da me troverai sempre un buon piatto con i fegatini !!

    Erica : hanno sempre un fascino (ed una golosità) a cui si fa fatica rinunciare !! Grazie tantissime.

    fantasie : richiama un pò la tecnica del civet, e nel passato venivano usati spesso. Ora sono un pò in disuso, ma danno un sapore incredibile !!

    Kiss Kiss Anna : c'è voluto un pò di tempo anche per me. Una volta che si inizia è difficile poi fermarsi !! E poi è decisamente più semplice di un arrosto !!

    Matteo : corposetto come piatto, eh ??

    Ramona : grazie per avermi avvertito !!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari