Filetto alla creme de cassis con scalogni al sale

Forse è un pò presto per le decorazioni pasquali, ma tutte queste uova di cioccolato e l'aria fresca primaverile mi hanno un pò condizionato.
D'altronde come si può pretendere di non essere influenzati da quello che ci sta attorno .... neanche andando in giro con il paraocchi, guardandomi la punta delle scarpe e tappandomi le orecchie riuscirei ad evitare di essere influenzata. Ma in fondo credo che la natura sia proprio questo : un insieme di entità diverse che si sono plasmate stando le une vicine alle altre. Ognuna mantiene la sua identità, ma si modella in base all'ambiente che ha attorno. E questo porta all'armonia fra le cose ..... tutto questo per dire che sto leggendo un libro interessantissimo sulla cucina giapponese, che non spiega solo i piatti tradizionali, ma anche la cultura che ci sta dietro.
A volte certe usanze, piatti o abitudini possono sembrare strani solo perchè non se ne conoscono le ragioni.
Ed io trovo siano molto più interessanti i motivi che spiegano le azioni, puttosto che gli atti in sè .....
.... ok .. veniamo a noi ... a cose più leggere ed utili ... anche se trovo sempre molto bello dare da mangiare alla bocca e all'anima insieme.
Questa volta ho usato in cucina un prodotto che personalmente adoro : ho conosciuto la creme de cassis (una sorta di liquore di ribes nero a bassa gradazione e piuttosto dolce) con cui in Francia preparano uno dei miei aperitivi preferiti : il Kir Royal (champagne e creme de cassis) ed il Kir cassis (vino bianco e creme de cassis).
Finalmente sono riuscita a procurarmela .. non vi dico che fatica ... ma ce l'ho fatta.
Così ho pensato di provare ad usarla anche in cucina, per fare una crema con cui nappare un bel filetto di manzo.
Non vi dico nemmeno quanto mi sia piaciuto ....

Ingredienti per 2 persone : 2 medaglioni di filetto di manzo da 120 gr. l'uno - erbe aromatiche (rosmarino e salvia) - olio e.v.o. - sale e pepe nero
Per gli scalogni : 6 scalogni - sale grosso - erbe aromatiche di provenza
Per la salsa : 15 gr. di porto - 25 gr. di crème de cassis - erba cipollina
+ insalatina condita con olio e.v.o., sale, aceto balsamico

Procedimento
Cuocete gli scalogni interi con la buccia in forno, in una teglietta ricoperta con un letto di sale grosso aromatizzato con erbe di provenza a 180° per 1/2 ora.
Oliate i due medaglioni di filetto con olio e.v.o., insaporiteli con pepe pestato (o macinato), e ciuffetti di erbe aromatiche intere. Avvolgeteli con pellicola e fate riposare in frigorifero per qualche ora.
Tirateli fuori dal frigo mezz'ora prima di cucinarli.
Eliminate pellicola ed erbe aromatiche, salate (possibilmente con sale in fiocchi) e rosolate in padella con un filo di olio e.v.o.
Quindi trasferiteli in forno (giusto il tempo di fare la salsa).
Sfumate la padella con il porto e la creme de cassis. unite un pò di cipollina sforbiciata e fate un pò addensare la salsa.
Rimettete in padella i due medaglioni di filetto, così da salsarli.
Serviteli, accompagnando con gli scalogni (aperti a metà, ma con la buccia) conditi con un filo di olio e.v.o. e qualche scaglia di sale, ed un pò di insalatina condita con una vinaigrette all'aceto balsamico.

Commenti

  1. trovo bellissimo ciò che hai scritto, è ciò che penso anch'io. Questo "principio" lo applico anche ai quadri, quando vado a mostre di artisti che in generale si è portati a comprenderli meno di altri: A volte certe usanze [...] possono sembrare strani solo perché non se ne conoscono le ragioni.
    Anch'io, come te, trovo siano molto più interessanti i motivi che portano a comprendere le azioni, anziché che gli atti in se stessi. E' un po' come interessarsi alla sola pratica e disdegnare la teoria. Ecco, io sono sempre molto più interessata a quest'ultima...


    Ottima ricetta, stuzzicante l'idea degli scalogni al sale!
    Un abbraccio Manu...

    Manu:)

    RispondiElimina
  2. Certo che nel far venire agli altri certe voglie gastronomiche sei insuperabile!!!!!
    Ora dimmi dove lo trovo io il Cassis....
    CIAO :)

    RispondiElimina
  3. Manu : mi trovi assolutamente d'accordo, e grazie per le tue parole. Ultimamente siamo così tanto "torturati" da giudizi veloci e frettolosi .. va bene che la vita sia diventata veloce .. ma se non ci si prende del tempo per vivere, per capire .. per riflettere ... che stiamo qui a fare ?? Anche io attualmente sono più interessata a quello che non comprendo, perchè forse conoscendolo cambio il mio modo di vedere e di pensare. Trovo non ci sia niente di più bello che scoprirsi sempre diversi !!

    Corrado : sono impazzita per trovarlo ... io l'ho preso a milano (ordinato in rete), ma forse riesci a trovarlo in qualche enoteca ben fornita di firenze.

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari