Petto di pollo al limone fritto con salsa alla senape e miele

Non ditemi che il petto di pollo vi fa tristezza .... in effetti il pensiero di una fettina cotta a vapore, senza sale e condimenti demoralizzerebbe anche una come me. Ma marinato, impanato e fritto è tutto un'altro discorso.
Ma in questa ricetta, la vera principessa è questa salsa, che ho letto su Panperfocaccia , ed è tratta dal libro Chef Eric Ripert - Da Cuisinez comme un grand chef Di Joël Robuchon - volume 2 .
Provatela ssolutamente, perchè è una delle cose più buone che abbia mai mangiato in vita mia.
Abbinata ad un tenerissimo e croccantissimo petto di pollo è davvero una FAVOLA !!!
E non ditemi che il petto di pollo è triste, io cenerei così tutte le sere ... parola di forchettina !!!

Ingredienti per 2 persone : 200 gr. petto di pollo - succo di limone - olio e.v.o. - aglio - erba cipollina - timo - peperoncino di cayenna macinato
farina 00 di grano tenero, 2 albumi (sui 90 gr. circa) , pepe nero, buccia di limone - 6 fette di pan carrè per impanare
olio di semi di arachide per friggere

Salsa alla senape e miele
Ingredienti per 2 persone : 38 gr di senape forte - 38 gr di miele - 10 gr. fecola - 70 ml. di salsa di soia - succo di 1/4 di limone

Procedimento
Togliete il lato esterno a 6 fette di pancarrè. Tritatele molto finemente con il mixer e poi fatele un pò asciugare in forno (basteranno pochi minuti a 140 °).
Tagliate a filetti il petto di pollo e marinatelo con succo di limone, un filo di olio e.v.o., il peperoncino di cayenna, l'erba cipollina sforbiciata ed un pizzico di timo tritato. Fatelo riposare in una teglietta strofinata di aglio, coperto con pellicola, ed in frigorifero per alcune ore.
Al momento di prepararlo, scolate il pollo dalla marinata e tamponatelo per bene.
Passate i filetti nella farina, poi scuoteteli per eliminare quella in eccesso, quindi passateli nell'albume leggermente sbattuto con pepe e buccia di limone e poi nel pane tritato.
Friggete i filetti di petto di pollo in olio bollente, quindi scolatelo e fatelo asciugare su carta assorbente.
Tenete in forno i filetti fritti, intanto che friggete il resto.
Per la salsa : fate sciogliere la maizena in 50 ml di acqua fredda.
Amalgamate il miele alla salsa di soia, quindi unitevi la senape e il composto di maizena. Scaldate dolcemente il composto a bagnomaria, mescolando, sino a ottenere una salsa omogenea e rassodata. Spremete il limone e filtratene il succo.
Togliete la salsa dal fuoco ed incorporatevi il succo.
Fate raffreddare e poi servite la salsa a temperatura ambiente con i filetti di di petti di pollo fritti. Io ho accompagnato con una insalatina verde condita con uan vinaigrette alla senape e semi di sesamo nero tostati.

Commenti

  1. A me non fa assolutamente tristezza!Preferisco il tacchino, ma una semplice fettina può diventare un succulento secondo, oppure un piatto etnico unico accompagnato da un po’ di riso!Quindi evviva il pollo, ed evviva questi bocconcini sfiziosi, ho tanto cercato la senape al miele ma senza mai trovarla, così la faccio anch'io da me!Che squisitezza..baci e buon we

    RispondiElimina
  2. presentato cosi il pollo nn fa nessuna tristezza anzi è di un vivace dolo arancio che inviglai subito all'assaggio!!bacioni imma

    RispondiElimina
  3. meggY : la ricetta per questa salsa è veramente fantastica. Hai ragione, a volte conviene proprio farsele !! Grazie e buon fine settimana anche a te.

    dolci a gogo : ciao imma, condivido pienamente. Io lo mangerei anche con 40° !! Andando avanti così ci si arriva in fretta ...

    RispondiElimina
  4. Ciao Emanuela, a me il pollo non ha mai fatto tristezza, anzi, è una carne talmente versatile che scatena ogni tipo di fantasia in cucina, e il tuo piatto di oggi ne è la dimostrazione! Buonissimo, complimenti e a presto!

    RispondiElimina
  5. Nemmeno a me il pollo fa tristezza. Comunque questa ricetta è davvero invitante e la salsa la proverò sicuramente!!!
    Buon week end!!!

    RispondiElimina
  6. sara favilla : sono d'accordissimo con te. Il suo sapore dolce e delicato lo rende perfetto per molti usi. Lo si può condire proprio come si vuole ed è sempre buono. A volte lo preferisco ad altri tipi di carne !! Grazie tantissime.

    Laura : la tristezza del pollo è un mito da sfatare. Il problema è che a volte viene davvero maltrattato in cucina, e questo lo intristisce molto .. povero pollo ... ma noi ce la mettiamo tutta !! Grazie, anche a te .

    RispondiElimina
  7. Ma quale tristezza: ha una doratura e una croccantezza perfetta :D
    Sono curiosa di provare la salsa ...

    RispondiElimina
  8. In effetti il petto di pollo solo così mette un pò di tristezza! anche noi ci ingegnamo per inventare ricette diverse per servirlo! panato e fritto dev'essere proprio sfizioso!
    ci piace molto la salsa alla senape: ricercata e dolcina!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. no no, non fa tristezza il pollo!! Cucinato cosi fa soprattutto gola!

    RispondiElimina
  10. Milen@ : hai ragione, fossero tutte così le tristezze .... grazie !!!

    Manuela e Silvia : ha decisamente bisogno di supporto, e le salsine di questo tipo lo rendono davvero speciale. Grazie.

    lerocherhotel : grazie tantissime. E' una di quelle preparazioni, che finisce ancora prima di spiegare che cosa sia !!

    RispondiElimina
  11. Io il petto di pollo lo mangio spesso, altro che tristezza! Prendo nota di questa invitante ricetta così vario un po'!

    RispondiElimina
  12. Tania : anche a me non manca. Spesso mi aiuta dal congelatore ...

    RispondiElimina
  13. mmm che bontà! E che fame! ;P
    Complimenti per le tue squisite ricette, ti seguo. Vieni a visitare il mio blog, sei la benvenuta e se ti piacciono le mie ricette puoi registrarti ;)

    RispondiElimina
  14. Federica : piacere di conoscerti. Grazie, passerò di sicuro !!

    RispondiElimina
  15. penso che in questo piatto ci siano tutti i miei ingredienti preferiti..

    ora mi appunto la ricetta..
    provo a rifarla..
    sarò mai brava come te??


    baciuzzi
    valuzza

    RispondiElimina
  16. chez munita : ne sono certissima (magari non si può dire .. ma è lo stesso). E' semplicissima e sicuramente una delle più gustose e golose che abbia mai provato !! Vai sicura. Grazie Valuzza !!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari