.... vacanze romane ....

Come promesso, vi riassumo l'ultimo fine settimana romano.
Devo innanzitutto premettere che quando vado a Roma, ed inizio a passeggiare per il centro, mi sento molto Audrey Hepburne in vacanze romane.
Anita Ekberg non è propriamente nelle mie corde .. forse perché mi manca un Marcello, o perché mi sentirei più a mio agio su una vespa con un Gregory ... e poi mi ci vedete a sguazzare fra i flutti della fontana di Trevi .... no eh ??
Comunque mi piace passeggiare per le vie del centro, e pensare a quelle dive, ed anche se non sono proprio identica a quello scricciolo di donna con grandissimi occhi da cerbiatto, dentro ... vorrei tanto esserlo.

E così inizio a camminare con il naso in su', guardando tetti, cornicioni, respirando il profumo dell'aria, lasciandomi coccolare dal suono della fisarmonica (che chissà perché suona pure in metropolitana), e cercando di evitare quell'onda di venditori che ti vogliono "regalare" rose per fare le foto in Piazza di Spagna. Che forse così regali non sono .....
E' la Roma vista da una turista, fatta di piccoli quartieri che scopro come piccolissime città separate; non è la grande capitale, dispersiva e metropolitana, e alla fine ritrovo sempre il calore del vicolo, del piccolo negozio di frutta e verdura, dell'antiquario.
E' una Roma fatta di espressioni colorite dette in mezzo alla strada, del garrire dei gabbiani , di cavalli assonnati che portano in giro i turisti.
Mi appare così eternamente bella, avvolgente ed orgogliosa di esserlo. ..
E poi ci sono io, con il mio piccolo elenco di cose da vedere, negozi in cui andare, altre cose da comperare e da provare ... è come la vedo io ... di pomeriggio, persa fra scorribande per la metropolitana, armata di cellulare ad uso/funzione navigatore (scetticamente, ma funziona), foto a scatto continuo in cerca della giusta inquadratura, e soste golose (sono o non sono una foodie).
E poi mi lascio trasportare dalla notte calma, scultorea di San Pietro, dalla vivacità giovanile di Trastevere, fino alla festa/sagra di paese di Castel Sant'Angelo. Tutto a pochi passi, tutto in un unica sera ... tutto davanti ai miei occhi ....
Ritornando con i piedi per terra ... come vi dicevo, una sosta che si DOVEVA fare era assolutamente da Pizzarium, la pizza. Ha una consistenza ed un sapore meravigliosi, la farcitura è su un altro pianeta !!! E voglio trasferirmici subito, all'istante !!!!
Poi sono andata a fare una capatina da Castroni ... vi sembrerà strano ... ma non è semplice fare degli involtini primavera senza carta di riso, e visto che qui non si trovano, ed io so essere molto testarda, compero pure quelli quando sono in "trasferta". Oltre a spezie, bacchette, senapi ... avrei saccheggiato l'intero negozio ....
Una pausa ristorativa poi alla Galleria Sordi aiuta sempre .... una passeggiata rinfrescante a metà pomeriggio ci vuole ....
Poi come meta le birre di Off-License, come lo potrei definire... il paradiso della birra : tante e tanto buone ...... pure lì ho dovuto bacchettarmi per trattenermi !!!!
La food-blogger che c'è in me ha avuto la meglio, e così ho trascinato mio marito per negozietti di libri e oggetti di cucina, e lui mi ha sempre pazientemente accompagnato, assistito e supportato (nonché sopportato .... soprattutto nell'operazione di sollevamento e trascinamento borse)....
Mi sono portata a casa anche il ricordo della deliziosa cena da Glass : arrivarci è stata una vera impresa, fra taxi che si perdevano le chiamate e poi ritardavano - cinquanta minuti .... la precisina che c'è in me è andata un poco in subbuglio- , traffico serale direi scontato e pure abitudinario - esserci abituati però -, e pure indicazioni stradali sbagliate : .... insomma .... una vera epopea.
Ma siamo stati assolutamente ripagati da una cucina che ci ha entusiasmato, ricca di contaminazioni, saporita e gustosa, ma sempre leggera e fine.
E' come essere a Roma, e contemporaneamente non esserci, essere altrove,e viaggiare ,scoprire i sapori attraverso i piatti, la cucina ed i viaggi della chef.
Siamo usciti dal ristorante felici e contenti, ma non illudetevi, non è la fine romantica di un cartone di Walt Disney.
Infatti il taxi non c'è stato neppure al ritorno (l'unica costante della serata) , quindi ci siamo lanciati in una romantica passeggiata quasi fino a S. Pietro con un tacco 12 che di certo non aiuta (ma la grappa si) - comunque devo dire che ho trovato tutto assolutamente MERAVIGLIOSO !!!
Unica nota : la prossima volta ballerine !!!!
E di mattina invece corsi alla Città del Gusto di Roma : il primo con lo chef Luca Ogliotti, tema Finger Food (e sapete quanto li amo .... il corso cascava, come si dice, a fagiuolo) e il secondo con la chef Adelaide Michelini, tema Cucina di pesce (ed anche qui il mio amore è ben noto).
Mi sono divertita tantissimo : trascurando per un attimo lo spirito goliardico, soprattutto del secondo giorno (di certo la cena della sera precedente non era di aiuto .... e neppure essere andata a letto alle tre di mattina) mi hanno dato davvero tantissimi spunti, e tutti quei trucchetti che fanno comodo sapere ma che si ignorano regolarmente.
Una volta svelati, si apre un capitolo tutto nuovo, così forse la smetto di sifonare e spumare tutto.
Credo non ci sia niente di più bello che imparare divertendosi, e così è stato !!!!


... un fine settimana straordinario ....


Commenti

  1. Che bello vedere immagini della mia amatissima Roma: un grazie, di cuore :-)

    RispondiElimina
  2. bellissime foto, le scarpe sono importanti, alla fine si cammina tantissimo!
    poi ci svelerai qualche trucchetto? :-D

    RispondiElimina
  3. arabafelice : è la quinta volta che ci torno .... ma non è mai abbastanza. Io la adoro, l'ho nel cuore ...... ha di quei colori, ed un calore assolutamente unici ed indescrivibili !!!! E' il minimo che si possa fare ..... ♥

    RispondiElimina
  4. Acquolina : si si ... svelerò tutto .... non volevo svelare tutti i miei "segreti" in un colpo solo ..... la cosa ridicola è che le scarpe basse le avevo in valigia (avevo più scarpe che vestiti ... ma io sono fatta così ..) Diciamo che la scelta del paio non è stata delle più azzeccatissime .... ma i fumi dell'alcol e la bellissima atmosfera non mi hanno fatto sentire nulla. Solo qualche vescica il giorno dopo .... ma poca cosa ....

    RispondiElimina
  5. davvero bellissima, magica, in tutto il suo splendore... :)

    RispondiElimina
  6. Roma è magica e indimenticabile!
    Le scarpe... Punto dolente!

    RispondiElimina
  7. Roma è sempre Roma! E lo stesso dicasi di Pizzarium e Castroni! E vedo che non ti sei fatta mancare nemmeno i castelli, eh?!Certo che Mirco è un santo: tra la guida(ho letto che l'auto ha di nuovo avuto la meglio ;-))))) e le borse si merita tutta la mia ammirazione! Un bacio grande e buona serata

    RispondiElimina
  8. Roma è davvero una città splendida e più la visiti e più ti appare nuova e interessante... hai ragione sul fine settimana straordinario! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Mamma mia che bello!!!! Mi emoziono con questi post,dove viene risaltato l'amore per la cucina! Roma poi è bellissima!
    PS: La ricetta di quelle tagliatelle con il pesce dove la trovo???

    RispondiElimina
  10. pips : si, è proprio magica .....

    Nani e Lolly : si, e poi io sono una grande recidiva, so sempre come andrà a finire .... la vanità mi frega sempre ......

    saretta : da domani lo facciamo santo, gli troviamo un giorno tutto per lui !!! In effetti se lo meriterebbe, ha una pazienza non comune !! :D

    marifra : ci sono degli angoli sempre nuovi da scoprire, ancora di più le vie poco frequentate, dove si respira la quotidianità. Ogni volta non vorrei andare via... :)

    ilcucchiaiodoro : poi te la mando, adesso mi trascrivo tutto e te la faccio avere (comunque sono delle tagliatelle con zucchine e gamberi rossi marinati allo zenzero). Le tagliatelle della chef le ha mangiate quasi tutte mio marito ... uomo fortunato !! Io mi sono accontentata delle mie, ma la ricetta è deliziosa !!!

    marsettina : grazie tantissime !!!!

    RispondiElimina
  11. Anche per noi Roma ha lo stesso fascino.
    (dicono che ci sono piu' trattorie/ristoranti che chiese)
    Un saluto al Santo :)

    RispondiElimina
  12. Corrado : si ... posso confermare .... evidentemente anche il cibo suscita una notevole adorazione, e non solo per noi !! Anche se non tutti i posti sono particolarmente raccomandabili .... :D !!

    RispondiElimina
  13. che belle vacanze, Roma l'ho vista solo di sfuggita...spero di tornarci presto e fermarmi di più. Bacione

    RispondiElimina
  14. Ancutza : è una città che richiede almeno una decina di giorni, soprattutto se è la prima volta. E comunque c'è sempre molto da camminare, ma è così che si scoprono i tratti più belli e caratteristici, che poi sono quelli che colpiscono maggiormente e parlano meglio della città. Io me ne sono innamorata dalla prima volta, ed è sempre amore !!!! A proposito : bentornata dalle tue vacanze !!!

    RispondiElimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari