Paris Brest .. grandi i classici ritornano ..

Paris Brest
Mon Paris Brest ... non so se sia un po' di nostalgia di Francia, della bellezza tutta bohémienne del Marais o dell'aria pittoresca di Montmartre. O il semplice ricordo/rimpianto dell'ultimo profiterole al cioccolato e pistacchio, davvero memorabile, che mi sono goduta in una deliziosa pasticceria. 
Forse è solo voglia di frescura, visto il ricordo del gelo di quando sono stata a Parigi in gennaio ... non posso iniziare a rimpiangerlo già da ora ... 
O più semplicemente il fatto che per me poche cose sono più buone di un bignè farcito di crema.
Inutile indagare : mi è venuta voglia di Paris Brest, e questo ho preparato.
Una torta , ... una ciambellona di pasta choux a forma di ruota, creata a fine ottocento in onore della gara ciclistica Parigi-Brest-Parigi. 
A me piace farcito di crema mousseline e decorato, come vuole la tradizione, di mandorle a scaglie e zucchero a velo. Una vera delizia  .... 
Io ho preparato due monoporzioni, che però erano davvero abbondanti, con questi ingredienti se ne possono fare anche quattro più piccoli.

Ingredienti (dose per 2/4 persone)
Per la pasta choux : 75 gr. acqua – 50 gr. latte – un pizzico di sale – 4 gr. zucchero – 56 gr. burro – 80 gr. farina 00 – 120 gr. uova – mandorle a lamelle per decorare
Ingredienti per il pralinato : 45 gr. zucchero semolato – 45 gr. fra mandorle e nocciole già spellate (metà e metà)
Per la crema pasticciera : 155 gr latte – 30 gr. zucchero semolato - 35  gr. tuorli (2)  - 15 gr. fecola
Per la mousseline pralinata : 2 gr. colla di pesce (1 foglio) - 70 gr.  burro morbido a cubetti

Paris Brest
PREPARAZIONE
Per la pasta choux : portare a bollore in un pentolino l'acqua con il burro, il sale e lo zucchero. Togliere dal fuoco e unire tutto d'un colpo la farina setacciata. Mescolare per amalgamare bene il composto.
Rimettere su fuoco basso e cuocere per circa 2 minuti. Togliere dal fuoco e far raffreddare mescolando per altri 2 minuti. Aggiungervi le uova sbattute, una per volta e mescolare sino ad avere un composto omogeneo. Ricoprire una teglia con carta forno.
Con un sac à poche con bocchetta liscia da 1 cm (o quella che avete in casa)., formare un cerchio di circa 6 cm. di diametro interno, farne un altro  a fianco, esternamente, e poi sopra.  Cospargere con mandorle a lamelle. Farne un altro nello stesso modo (o in tutto quattro più piccoli)
Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 40-45 minuti. Spegnere il forno e lasciare dentro per altri 5 minuti, in fessura. Sfornare e far raffreddare su una gratella.
Per il pralinato : tostare la frutta secca in forno caldo a 110°C per 15 minuti. Quindi farla raffreddare.
Mescolarla con lo zucchero e mettere tutto in padella a fuoco basso. Cuocere sino a far caramellare lo zucchero. Versare su un foglio di carta forno e far raffreddare. Una volta freddo, tritare il composto usando un cutter, per renderlo fine.
Per la crema mousseline al pralinato : mettere in ammollo la gelatina per 10 minuti in acqua fredda. Versare il latte in un pentolino e portare e bollore. Montare i tuorli con lo zucchero aggiungere la fecola e amalgamare.
Versare il latte caldo, poco per volta e mescolare. Mettere su fuoco e far addensare.
Togliere dal fuoco e aggiungervi la gelatina ben scolata.
Unire anche il pralinato e frullare con un mixer ad immersione per rendere la crema fine.
Unire infine il burro, mescolando bene. Far raffreddare e poi mettere in frigorifero per almeno un'ora. Prima di usarla, montarla con le fruste.
Tagliare a metà le coroncine di pasta choux, farcirle con la crema e richiudere. Servire spolverando di zucchero a velo.

Commenti

Post più popolari