Millefoglie di mozzarella con tartare di spada e pomodorini confit

Millefoglie di mozzarella con tartare di spada e pomodorini confit
Diciamocelo chiaramente, sono un po' una ladra : di idee, ma solo come forma di ispirazione e spunto. Di emozioni, perché mi piace molto provare e conoscere i mondi altrui. Di informazioni, perché mi piace sapere e conoscere. Pure di biscotti e di briciole, perché sono golosa e non si può sempre resistere a tutto. 
Come non ho saputo resistere a questa millefoglie, sia nell'idea, che nel piatto !!!!
In questo caso vi devo svelare un segreto .. anzi due : l'ho preparata due volte, una con una mozzarella di bufala, e la seconda volta con una fiordilatte. Giudizio insindacabile : buona la seconda. Il gioco di consistenze e sapori è più calibrato. 
Lo steso dicasi per i pomodori : nella prima versione secchi (la pigrizia ha regnato sovrana), nella seconda rigorosamente confit fatti in casa … Risposta quasi scontata ….
In ogni caso il piatto si è fatto mangiare due volte, e l'ultima versione è l'indiscussa vincitrice.   

Ingredienti per 2 persone : 250 gr. mozzarella – 100 gr. tartare di spada – 4 olive nere - qualche cappero dissalato - sale e pepe – olio e.v.o.
Per i pomodorini confit : pomodorini datterini – zucchero - timo – aglio – sale e pepe – olio e.v.o. - poco peperoncino – buccia di limone grattugiata
Per contorno : insalatina mista – olio e.v.o. - succo di limone – sale e pepe

PREPARAZIONE
Per i pomodorini confit : tagliarli a metà e pulirli. Metterli in una teglia strofinata di aglio e condirli con poco sale e pepe, peperoncino, zucchero, foglie di timo e buccia di limone. Infornare a 140°C sino a quando saranno appassiti (40 minuti circa). Sfornarli e farli raffreddare.
Scolare bene la mozzarella e affettarla abbastanza sottilmente; condirla con poco sale e pepe.
Condire anche la tartare con poco olio e.v.o., sale e pepe. Unire le olive tagliuzzate e qualche cappero scolato.
Fare strati di mozzarella, foglioline di basilico a piacere e pesce spada. Terminare con i pomodorini confit.
Servire accompagnando con un'insalatina condita con olio e.v.o., sale, pepe e succo di limone.
.... e una fetta di pane tostato ... che ve lo dico a fare .... 
.. e magari un calice di buon vino bianco ....



Commenti

  1. Ti piace proprio strofinare l'aglio sugli oggetti ;-D Bellissima ricetta, l'avrei mangiata volentieri anche oggi a pranzo. L'unico dubbio, ma lo spada si sente o si perde un po? Secondo me si sposerebbe bene anche con una tartare di salmone con qualche pezzetto di salmone affumicato... giusto per renderla un po' più "ignorante" :-D Non resta che provare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai beccato ... è tutta una strofinata di aglio in casa. Lo spada si sente abbastanza, rimanendo comunque delicato, infatti ho preferito il fiordilatte anche per questo. Il salmone "ignorante" comunque è stra-approvato. Anche io a volte rafforzo con un po' di affumicato, per dare un po' di carica quando mi occorre. La tua versione più decisa è decisamente invitante .. ora mi hai dato la giusta scusa per una terza prova.

      Elimina

Posta un commento

La parola a Voi ...

Post più popolari