Torta di pane alle mele, frutta secca e spezie

Torta di pane e fichi
Oramai sono tutta una dispensa .. focolare … stufa … non posso fare a meno di essere vittima di questo mood, una sensazione continua, un'atmosfera che mi pervade … un sogno in cui  mi piace perdermi… pure una piacevolissima ossessione se continuo così...
Quando penso ad un tempo passato, mi viene in mente l'immagine di una donna con un grembiule che dopo la colazione ripone il pane nella madia, adagiandolo con cura avvolto in un canovaccio, come un antico rituale quotidiano. 
E in questi giorni l'idea di pane, di tradizione e di casa continua a girami nella testa. 
Così mi è venuto in mente di preparare questo dolce. 
L'idea è un po' quella del macafame vicentino, ossia una torta fatta proprio per riciclare il pane avanzato ormai raffermo (ma vale la pena comperarlo apposta per prepararla), arricchita con mele, frutta secca, uova, latte, tanti profumi e tante spezie … un dolce davvero squisito, anche se credo che ogni regione ne vanti un tipo. 
E' una preparazione che nasce povera, ma che mi piace arricchire per renderla speciale e sontuosa.
Io la trovo semplicemente deliziosa, ancora di più se servita tiepida, così che le consistenze si ammorbidiscano, escano meglio i profumi delle spezie  e la torta si possa esprimere in tutta la sua generosità e fragranza.

Ingredienti : 350 gr. latte - 100 gr. pane raffermo – 100 gr. zucchero semolato - 80 gr. uvetta – 70 gr. fichi secchi - 50 gr.  farina 00 - 2 uova – 2 mele – 1/3 bicchierino di marsala secco (+ quello di ammollo)  – 1/3 bustina di lievito vanigliato - buccia grattugiata di arancia – sale – spezie : cannella – zenzero – noce moscata – chiodi di garofano

Torta di pane e fichi
PREPARAZIONE 
Ammollare l’uvetta e i fichi nel marsala, possibilmente la notte prima.
Tagliare grossolanamente il pane raffermo e metterlo a bagno nel latte tiepido, poi passarlo al mixer. Sbucciare le mele e tagliarle a dadini.
Sbattere le uova con lo zucchero, unire la farina e il lievito setacciati, le spezie (io seguo sempre il mio naso, ma sono sempre generosa, soprattutto di cannella), le mele a dadini, l’uvetta scolata e leggermente infarinata, i fichi scolati, tagliuzzati e leggermente infarinati, la buccia grattugiata di arancia, un pizzico di sale, un terzo di bicchierino di marsala e infine il pane.
Imburrare e infarinare una tortiera, versarvi il composto e cuocere in forno caldo a 180° per un'oretta..

Commenti

Post più popolari